Valmadrera, 2 gennaio 2022 – Il sindaco di Valmadrera, Antonio Rusconi, ha proposto di testare l’idea di controllare i bambini delle scuole dell’infanzia settimanalmente con tamponi salivari, per scongiurare nuove quarantene per tutte le classi che venissero a contatto con un positivo.

“La questione è quella del rientro delle materne – dice Rusconi – e di conseguenza il problema del rientro a scuola dopo le vacanze delle scuole dell’ infanzia. Non essendoci dpi sui bambini, il rischio concreto è che gli alunni vengano sottoposti a una quarantena dietro l’altra perché a ogni caso positivo vengono lasciati a casa, non essendo vaccinati. Vorrebbe dire fare settimane ancora senza scuola materna.

Riguardo a questo si era parlato di test salivari settimanali nelle materne, ma al di là di una sperimentazione a Casatenovo tutto è caduto nel nulla. Sarebbe la soluzione più semplice e nemmeno troppo dispendiosa, oltre che ben poco invasiva per i bambini. Certo, avrebbe un 10% circa di margine di errore, ma sarebbe già una bella scrematura per uno screening. Chiedo dunque una risposta urgente da parte di Ats e Conferenza dei Sindaci. Non possiamo più permetterci intere classi a casa, con problemi per gli stessi bambini, le famiglie e di conseguenza le attività produttive.”