È un bilancio preventivo ‘verde’ per la provincia di Lecco, quello in approvazione in queste ore in consiglio regionale.

“Sono stati approvati i miei ordini del giorno sul collegamento ciclopedonale fra Oggiono e Dolzago e sulla creazione di una Greenway di collegamento tra i comuni di Airuno e Cernusco. Inoltre, appoggio in toto la richiesta contenuta in un altro ordine del giorno di maggioranza sull’anello ciclopedonale del lago di Annone”, fa sapere Raffaele Straniero, soddisfatto per l’accoglimento delle sue richieste.

Nel primo caso, Straniero suggeriva come strategico il finanziamento della pista ciclabile che parte da Oggiono e arriva a Dolzago, come definito dal protocollo di intesa fra la Provincia di Lecco e i comuni. “La Giunta provvederà a reperire l’importo di 250mila euro dal fondo definito Interventi per la ripresa economica che conta sui soldi in arrivo dal Pnrr “, spiega Straniero.

Stessa cosa per la Greenway: “Ho spiegato che la Provincia di Lecco, insieme ai comuni di Olgiate Molgora, Missaglia, Lomagna, Osnago, Airuno, Olginate, Merate, Cernusco Lombardone, Brivio, Calco, Montevecchia, due Cooperative sociali, Larius e Paso Lavoro, e l’Università Statale di Milano hanno lavorato alla progettazione del percorso attraverso il recupero di una tratta della ferrovia in disuso tra Lecco e Milano – fa sapere il consigliere Pd –. In questo caso, dunque, era da considerare strategico finanziare la realizzazione della Greenway tra Airuno e Cernusco, sfruttando principalmente le tratte del sedime ferroviario lasciato libero dai lavori di raddoppio della tratta ferroviaria Calolziocorte-Carnate Usmate sulla linea Milano–Lecco, con la riqualificazione di aree e infrastrutture dimesse. Anche in questo caso lo stanziamento è di 250mila euro”.

La medesima cifra è stata, infine, chiesta da un ordine del giorno di maggioranza per l’anello ciclopedonale del lago di Annone, referente il Comune di Civate: “L’importo servirà alla progettazione del tratto mancante per completare l’opera e mi ha trovato subito d’accordo, tant’è che ho votato a favore”, conclude Straniero.