Ancora un po’ di pazienza e la strada per i Piani di Bobbio tornerà a essere percorribile. Nelle scorse settimane la strada agro-silvo-pastorale è stata sottoposta a un intervento di manutenzione e messa in sicurezza che ha permesso di realizzare un fondo in bitume per un tratto di circa 340 metri lineari, dalla cappelletta di Nava a salire verso i Piani di Bobbio.

“I lavori sono iniziati il 12 novembre e hanno visto all’opera un nutrito gruppo di volontari e un’impresa – spiega il sindaco Giovanni Arrigoni Battaia – L’idea di chiedere la collaborazione dei volontari (rifugisti e noleggiatori con attività ai piani Bobbio, Cacciatori, Alpini, ecc.) ha permesso di ottimizzare l’impiego dei fondi e delle risorse comunali che avevamo a disposizione per questa opera e che sono i proventi dei permessi di transito sulla strada stessa. In concreto l’impresa si è occupata di fornire il calcestruzzo e le reti a piè d’opera, mentre i volontari, fra i quali ci sono anche esperti del settore edile, hanno provveduto alla posa. Ovviamente tutte le persone che sono intervenute sono state coperte da assicurazione e hanno operato in sicurezza”.

E’ la prima volta che a Barzio si avvia un intervento con questa modalità, ma il risultato è stato più che soddisfacente. “Ottimizzando l’impiego delle risorse, è stato possibile intervenire su un tratto di strada più lungo, facendo fruttare al meglio i proventi dei permessi – continua il sindaco – Questa è stata una sorta di prova, ma non escludiamo di poter ripetere l’esperienza. Oggi mi sento di ringraziare tutti i volontari (e sottolineo volontari) che si sono dati da fare in queste settimane e anche durante gli altri periodi dell’anno. La buona volontà, l’impegno e i sacrifici hanno dato ottimi frutti e continueranno a darli se tutti faranno qualcosa per il proprio paese”.

Come detto la strada rimarrà chiusa ancora qualche giorno e il primo cittadino chiede di rispettare l’ordinanza di divieto di transito per evitare di danneggiare il nuovo fondo stradale: “Chiedo solo pochi giorni di pazienza al fine di permettere al calcestruzzo di consolidarsi, evitando di danneggiare il lavoro fatto dai volontari. Salvo problemi legati alle condizioni meteo, la strada verrà riaperta venerdì 26 novembre. Ovviamente il transito con mezzi a motore è consentito solo a chi ha il permesso”.