In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il comune di Cassago organizza l’evento “Mariposas farfalle”, che si terrà nella sala consiliare il 27 novembre alle 21.

In programma una reading dantesca con musiche di Astor Piazzolla e letture di Elena Ornaghi. Alla fisarmnica Sara Calandi e al pianoforte Margherità Santomasssimo. Prenotazione obbligatoria bibliteca@comune.cassgo.lc.it

“Si tratta di una reading – spiega Elena Ornaghi – che unisce due rivoluzionari del linguaggio, uno letterario e uno del tango. Eppure entrambi accomunati da una profonda devozione mariana. E attraverso tre figure dantesche di riflesso le norme del Codice Rosso e si ricordano tutte le Pie… Anche quelle afghane, per questo ho scelto il colore azzurro lapislazzulo per denunciare la Violenza sulle Donne.

Il colore azzurro idealmente unisce anche lo stemma dei Da Polenta, il gonfalone di Gavorrano (dove fu uccisa Pia), l’elemento della trasparenza a cui Dante associa Piccarda, la bandiera Argentina, il velo della Santa Vergine, è il burqa delle donne afghana. E casualità anche lo stemma di Cassago, che è al centro del cammino mariano della Rosa.
Le musiche di Piazzolla, sono state scelte in base all’assonanza col tema dei canti che saranno letti, e sono tra i brani più famosi.

Francesca Da Polenta, Pia dei Tolomei e Piccarda Donati furono tre vittime di violenza domestica, quella che oggi viene condannata dal Codice Rosso. Pensando a loro che sono tre, è stato istintivo pensare alle tre Mariposas / Farfalle a cui è dedicato il 25 novembre, le sorelle Maribal. Non solo.

Uno dei tango di Piazzolla che saranno eseguiti è Adios Nonino, che venne suonato alle nozze della attuale regina d’Olanda Maxima. La allora semplicemente Maxima pianse durante l’esecuzione per l’assenza forzata del padre alle sue nozze. Il padre infatti era stato un ministro di Videla, Zorreguieta, e il parlamento olandese fece indagini sul suo ruolo. E quel tango, autenticamente tragico, diventa così un omaggio alle Madri di Plaza de Mayo.”.