Con 51 voti ottenuti, il romanzo “Italiana” scritto da Giuseppe Catozzella ha vinto la diciassettesima edizione del Premio Letterario Internazionale Alessandro Manzoni – Città di Lecco al Romanzo Storico, organizzato da 50&Più Lecco in collaborazione con il Centro Nazionale Studi Manzoniani, il Comune di Lecco e Assocultura Confcommercio Lecco.

Il libro, edito da Mondadori, racconta la storia di Maria Oliverio, detta Ciccilla, una donna del Sud che decide di combattere al fianco di Pietro, brigante e ribelle, diventando presto la prima e unica donna a guidare una banda contro la ferocia dell’esercito regio. Un romanzo vivo, che mescola documenti e leggenda raccontando, come ha spiegato lo stesso Catozzella durante la serata, “la biografia di un Paese attraverso quella di una donna”. Un’opera che si intitola “Italiana” a mo’ di provocazione: “Nel mio romanzo l’appellativo è quasi un insulto. Tra l’altro siamo uno dei popoli che ha meno senso di appartenenza nazionale”.

A decretare il trionfo di Catozzella è stata la giuria popolare composta da 110 lettori, individuati grazie alla collaborazione con le librerie Cattaneo di Lecco e Oggiono, Libraccio di Lecco, Volante di Lecco, Parole nel Tempo di Lecco, La Torre di Merate e Perego Libri di Barzanò e le biblioteche di Airuno, Costa Masnaga, Lomagna, Osnago e Valmadrera. 51, come detto, i voti ottenuti da “Italiana”, contro i 33 andati a “Il rogo della Repubblica” di Andrea Molesini (edito da Sellerio) e i 25 espressi in favore di “Ciò che nel silenzio non tace” di Martina Merletti (Einaudi). A questi 109 voti validi va aggiunta una scheda nulla.

La serata finale del Premio Manzoni al Romanzo Storico 2021 si è tenuta sabato 6 novembre a Lecco presso l’auditorium della Casa dell’Economia di Lecco della Camera di Commercio Como-Lecco. A dialogare con i tre finalisti due componenti della Giuria Tecnica: Ermanno Paccagnini (che ne è il presidente) e Stefano Motta; in sala erano presenti anche i giurati Alberto Cadioli, Gianluigi Daccò e Gianmarco Gaspari. Lo spoglio delle schede è avvenuto in diretta sotto lo sguardo attento del notaio Federica Croce.