Bellano non si accontenta. Dopo aver ottenuto la “Bandiera Arancione” del Touring Club Italiano, il riconoscimento “Comune Fiorito” e la qualifica nazionale del Mibact “Città che legge”, nei giorni scorsi ha ricevuto anche il marchio di qualità “Borghi più belli d’Italia”.

Quest’ultimo titolo viene assegnato, dopo un’attenta valutazione dei requisiti, dall’associazione “I borghi più belli d’Italia”, nata in seno alla Consulta del Turismo dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) al fine di promuovere i comuni italiani di spiccato interesse artistico, e salvaguardare, conservare e rivitalizzare nuclei di grande valore storico e culturale.

“Abbiamo candidato Bellano per ottenere questo marchio di qualità due anni fa e proprio in questi giorni l’iter di valutazione e si è concluso positivamente – spiega, con soddisfazione, il sindaco Antonio Rusconi – I parametri valutati dalla commissione sono stati numerosi. Fra gli altri sono stati presi in esame l’accoglienza turistica del paese, la pulizia, l’offerta culturale, ma anche la gestione della raccolta differenziata dei rifiuti, la cura del verde, la manutenzione dei beni culturali e molto altro”.

A ciò si aggiungono le peculiarità di Bellano… “La commissione è rimasta colpita dall’Orrido e dalla sua naturale collocazione in centro paese, ma fra i punti di forza sono stati considerati anche la presenza di molti artisti e di un’opera d’arte quale è il “Compianto sul Cristo morto” (scultura che dopo essere stata esposta al Louvre ora è al Castello Sforzesco). Importante anche la presenza del Sentiero del Viandante e degli alpeggi. Altri punti sono dati dalla compattezza e vitalità del borgo storico e le attività commerciali e artigianali che ancora vi hanno sede, le proposte culturali e l’unicità delle tradizioni, come la Pesa Vegia“.

Una selezione esigente e severa che Bellano ha superato in maniera brillante, confermando ancora una volta il fascino del paese, ma anche la bontà del lavoro portato avanti questi anni dal sindaco Rusconi e dalla sua Amministrazione per promuovere il paese.

Il marchio dei “Borghi più belli d’Italia” non è solo un riconoscimento, ma anche un’opportunità per far conoscere Bellano.

“Aver ottenuto il marchio di qualità di permette ci entrare in un circuito che, attraverso pubblicazioni, trasmissioni televisive e canali social, promuove i comuni ben oltre i confini locali – evidenzia l’assessore al Turismo Irene Alfaroli – Tutto ciò porta a Bellano pubblicità e visibilità. Siamo davvero soddisfatti di aver raggiunto questo obiettivo, frutto del lavoro di tutta l’Amministrazione e dei collaboratori”. Ricordiamo che Bellano è il primo comune in Provincia di Lecco ad aggiudicarsi questo marchio di qualità, ed è il secondo sul lago di Como dopo Cernobbio. Bellano è anche l’unico Comune di Lecco e Como ad avere i tre marchi di qualità nazionali “borghi”, “bandiera arancione” e “comune fiorito”, oltre appunto alla qualifica culturale “città che legge”.