Prosegue l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei Reparti del Comando Provinciale Carabinieri di Lecco, con mirati servizi di osservazione e controllo delle aree ritenute di maggiore interesse, quali le zone boschive poste a ridosso della S.S. 36 e della S.P. 342.
In tale contesto, la Compagnia Carabinieri di Merate, nel pomeriggio di giovedì ieri 21 ottobre 2021, ha svolto un servizio straordinario di controllo del territorio, setacciando le aree boschive poste nei comuni di Rogeno (LC), Bosisio Parini (LC), Sirone (LC) e Bulciago (LC).
Il servizio, che ha visto anche l’impiego di una Squadra d’Intervento Operativo (S.I.O.) del 3° Reggimento CC “Lombardia” di Milano e di due unità Cinofile del Nucleo Carabinieri di Casatenovo (LC), ha portato:
all’individuazione, nei boschi di Rogeno e Bosisio Parini, di complessivi quattro “bivacchi” utilizzati da soggetti dediti allo spaccio di stupefacenti;
al sequestro di una busta di cellophane, contenente gr.34,00 di “cocaina”, rinvenuta occultata alla base di un albero nel comune di Sirone;
al sequestro di ulteriori gr.13,00 di “cocaina”, già suddivisa in dosi, rinvenuta all’interno di un’autovettura, intestata ad un “prestanome” residente in provincia di Alessandria, lasciata incostudita nei pressi del Santuario Ai Morti del Lavello di Bulciago.
Il veicolo con intestazione fittizia è stato sottoposto a sequestro amministrativo e verrà radiato dal PRA ai sensi dell’art.94 bis co.2 del C.d.S..