Continuano gli appuntamenti per la festta della Madonna del Rosario. Mercoledì sera alle 21 in basilica incontro con conferenza sulla figura di Maria con dom Francesco Scanziani Nato a Besana in Brianza (MI) nel 1968, è sacerdote della diocesi di Milano dal 1993. insegna Antropologia teologica, Escatologia e Introduzione alla Teologia e al mistero di Cristo nel Seminario Arcivescovile di Venegono, dove risiede, all’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano e nella Facoltà Teologica dell’Italia settentrionale. Conosciuto a Lecco dove è stato impegnato particolarmente con i gruppi di spiritualità familiare

Sempre mercoledì, dopo l’intervento di don Scanziani, alle 21.30 si terrà la preghiera comunitaria del Rosario.

Giovedì invece, alle 18.30 in basilica Celebrazione solenne della messa, nel giorno della festa della Madonna del Rosario. Ricorderemo i 10 anni dalla costituzione della comunità pastorale Madonna del Rosario, unione delle tre parrocchie San Nicolò, San materno di pescareNico e San Carlo al porto di malgrate È da poco la Collaborazione con il santuario della Vittoria

Saranno presenti a questa celebrazione alcuni sacerdoti originari della comunità pastorale e alcuni che hanno svolto qui il loro ministero. Sarà anche l’occasione in cui festeggiare anche Don Marco Della Corna nel suo primo anniversario di ordinazione.

La storia lecchese della festa della Madonna del Rosario

Dal 1 settembre 2011, con decreto arcivescovile firmato dal cardinale Dionigi Tettamanzi,  si è costituita una Comunità pastorale, denominata Comunità pastorale “Madonna del Rosario, una realtà che unisce le Parrocchie di S. Nicolò in Lecco, S. Materno in Pescarenico di Lecco, S. Carlo V. in Malgrate e il santuario Nostra Signora della Vittoria.

In particolare gli ultimi due prevosti che hanno preceduto l’attuale monsignor Davide Milani, monsignor Roberto Busti vescovo, e monsignor Franco Cecchin: “Celebriamo nella preghiera i dieci anni di questo cammino di comunione che sta aiutando i battezzati del centro di Lecco a vivere in verità e gioia il Vangelo. L’esperienza della Comunità pastorale non è solo un fatto organizzativo ma l’occasione per camminare davvero insieme e invitare tutti i fedeli ad assumersi la responsabilità della fede di tutti, e a farsi carico delle necessità spirituali e materiali specialmente dei più deboli. Mercoledì sera pregheremo e rifletteremo sulla figura di Maria, madre della della gioia e di una chiesa che a sua volta vuole rinnovare questo volto materno; giovedì sera celebreremo l’Eucarestia, fonte della nostra comunione, in particolari insieme ai due parroci che mi hanno preceduto in questo cammino di unità, a cui oggi va ancora il nostro grazie, monsignor Roberto Busti e monsignor Franco Cecchin”.