Uno straziante momento del funerale di Chiara Papini, celebrato allo stadio di Lecco

Lecco il 22 settembre 2021 – Dopo la condanna a 5 anni e mezzo di reclusione per l’omicidio stradale di Chiara Papini del 20 maggio 2020 che tanta emozione e cordoglio aveva provocato in tutta la città, Samuele Mellace, autore materiale del fatto, nella mattinata di oggi è stato arrestato dal personale della Polizia di Stato-Squadra Mobile poiché destinatario di un ordine di carcerazione emesso in data 21 settembre dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Lecco.

Il Mellace, classe 1988, deve infatti scontare la pena definitiva di anni 6 e mesi 6 di reclusione per un cumulo di pene. Oltre che per aver investito Chiara Papini, “in prossimità delle strisce pedonali, in stato di ebbrezza e di alterazione dovuto all’uso di sostanze stupefacenti, causandone la morte il 20 maggio 2020” – come ha precisato ieri la Polizia di Stato in un comunicato – il 33enne lecchese è stato condannato anche “per reati connessi al traffico di sostanze stupefacenti”. Come ricorda la Polizia di Stato nel suo comunicato in cui dà notizia dell’arresto avvenuto ieri, Mellace “dopo aver investito la vittima, si era dato alla fuga venendo poi rintracciato poco dopo dal personale operante. Il reo è stato associato presso la Casa Circondariale di Lecco”.

Si conclude così una vicenda che ha davvero scosso l’opinione pubblica lecchese. Ma se la vicenda giudiziaria si è così conclusa, non finirà mai il cordoglio e dolore della famiglia Papini e dei tanti amici che Chiara ha lasciato nella sua città e non solo.