Lecco il 17 settembre 2021 – Tre donne bulgare N.G. classe 1991, S.M.G., classe 1996 e Z.T, classe 1999 sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto con destrezza in concorso. L’operazione è della Polizia di Stato. Nel mese di agosto 2021, infatti, erano stati commessi numerosi furti con destrezza ad opera di ignoti, tutti ai danni di clienti donne di un negozio sito in via Roma, in centro Lecco; da un’accurata analisi di tutti gli eventi, si è riscontrato il medesimo modus operandi, nonché le stesse circostanze di tempo e di luogo. Per cui la Squadra Mobile della Polizia di Stato ha effettuato mirati servizi di osservazione, tra le 9 e le 13 di ogni mattina. E ha scoperto l’arcano. Nella mattinata del 19 agosto infatti, nel corso di uno dei servizi antiborseggio, in via Roma, gli agenti della Squadra Mobile avevano notato tre donne di giovane età, verosimilmente straniere che, con circospezione, percorrevano le vie del centro entrando ed uscendo dai vari negozi, senza una precisa meta. Dopo un breve pedinamento, gli agenti procedevano ad identificare le tre donne, che sono risultate tutte di nazionalità bulgara, di età compresa tra i 22 ed i 30 anni. Durante il controllo i poliziotti acclaravano che presso un negozio di via Roma, alle 11 circa, era stato perpetrato un borseggio ai danni di una cliente e le tre donne erano state avvistate proprio di fronte a quel negozio, con atteggiamento estremamente sospetto. Le stesse venivano successivamente accompagnate negli uffici della Questura per ulteriori accertamenti, finalizzati ad acclarare la loro esatta identità: sono quindi risultate tutte con precedenti di polizia per furti con destrezza e borseggi, nonché in possesso di oltre 600 euro in contanti. Dall’analisi delle telecamere di sorveglianza acquisite, negli orari indicati dalla vittima del borseggio, i sospetti che vertevano sulle tre cittadine bulgare venivano confermati dal fatto che, durante la permanenza della vittima stessa all’interno del citato negozio di via Roma, sopraggiungeva ed entrava una delle tre ragazze, dove erano già presenti le due complici e tutte e tre uscivano alle ore 11.30, pochi istanti prima della cliente.