Martedì 14 settembre ore 21, all’Auditorium della Casa dell’Economia di Lecco si terrà l’incontro “Dante e l’Islam”, conferenza di Franco Cardini. Conduce Gerolamo Fazzini, in collaborazione con Liceo Classico Linguistico “A. Manzoni” di Lecco.

L’intervento di Franco Cardini analizza il “debito” che il più grande poeta del medioevo italiano e forse europeo, ha nei confronti della cultura musulmana. Dante sapeva poco dell’Islam, ma, sia nei confronti delle culture pagane sia nei confronti del mondo islamico, egli manifesta se non altro rispetto, considerazione e perfino devozione nei confronti di alcuni rappresentanti.

Per la sua immensa concezione generale della struttura dell’Aldilà è infatti ben noto che si sia affidato agli esempi fornitigli dalla tradizione latina (Eneide tra tutte le opere) e ai testi e alle memorie orali di origine celtica e germanica. A questo patrimonio di fonti cristiane e precristiane va aggiunta, da ormai quasi un secolo, la consapevolezza che il tema del “Viaggio oltremondano”è uno dei fondamentali nelle tradizioni sorte dal ceppo abramitico, e che, di conseguenza, sia abbastanza chiaro che l’ispirazione dantesca sia stata, anche, la fonte musulmana.

Franco Cardini
Ha insegnato in diverse università tra cui Middlebury, Barcellona e Bari. Attualmente è ordinario di Storia Medievale presso l’Università di Firenze. Specialista di Medioevo, si è occupato di crociate, di pellegrinaggi e di rapporti tra la cristianità e l’Islam. Dal 1994 al 1996 è stato membro del Consiglio d’amministrazione della RAI. Fondatore della rivista Percorsi, collabora con il quotidiano Avvenire e fa parte del comitato scientifico della rivista “Eurasia”.