Lecco, 12 settembre 2021 –  I cantautori Lucio Leoni, Giulio Wilson e Bianco per il grande concerto della sera, mentre per l’intera giornata un originale percorso attraverso la “canzone scomposta”, itinerario artistico-musicale fatto di diverse tappe e che da Montalbano scenderà in città.

È in programma per sabato 18 settembre l’evento di punta di questa terza edizione de I Re Nudi, la rassegna musicale organizzata dal Crams di Lecco e Hd Studio con direzione artistica di Stefano Fumagalli e Lello Colombo e che quest’anno celebra il cinquantesimo anniversario dello storico festival Re Nudo di Montalbano.

Un’iniziativa inaugurata lo scorso 3 settembre e che fino al 25 ha in cartellone un susseguirsi di concerti, incontri e approfondimenti sulla musica.

50 ANNI DOPO
«Abbiamo voluto creare un evento che rompesse le regole del festival tradizionale – spiega Stefano Fumagalli – disegnando quella che potremmo definire un’esperienza artistica distribuita. Con la canzone scomposta invitiamo il pubblico a partecipare attivamente, muovendosi per la città (e la montagna), scoprendo angoli e strade inesplorate dei nostri rioni e godendo di spettacoli unici, intimi, inusuali. Sappiamo di chiedere uno sforzo particolare per capire e seguire il corso dell’intera giornata, ma è proprio “rompere questa barriera di comodità” che ci permette di vivere qualcosa di unico. Guarderemo a Re Nudo del 1971 – continua – ma lo faremo in una chiave anche riattualizzata ed elaborata grazie all’intervento di artisti di diverse discipline. Un percorso da scoprire tra suoni, immagini, installazioni e parole, in grado di tracciare un parallelismo tra passato e presente. Alla sera – conclude – il festival avrà una forma più convenzionale, quella del concerto, con un evento di qualità che vedrà la presenza di artisti di punta della nuova generazione cantautorale italiana».


IL GRANDE CONCERTO
Grande attesa, in particolare, per il live di sabato 18 settembre alle 21: in programma sulla terrazza della Taverna ai Poggi (in caso di pioggia Spazio Teatro Invito), l’evento porterà in città tre nomi di primo piano della scena musicale italiana. Ad alternarsi sul palco dei Re Nudi saranno, infatti, il cantautore romano Lucio Leoni, il fiorentino Giulio Wilson e il torinese Bianco: un grande omaggio alla canzone al quale prenderanno parte, in apertura, anche i musicisti lecchesi Pier Frau e Tommaso Intrieri (i posti disponibili sono 180. Biglietti 10 euro con consumazione inclusa offerta dalla Taverna ai Poggi e prenotazione su evenbrite.it a questo link: https://is.gd/OMQFAz. È possibile anche l’opzione con cena alla Taverna, scrivere a info@latavernaaipoggi.it).

LA CANZONE SCOMPOSTA
Attesi per le 21, i tre musicisti saranno la chiusura di una giornata che, però, ha in serbo molti altri appuntamenti: in programma dalle 11 alle 19 circa, infatti, La canzone scomposta, un originale percorso musicale e artistico che da Montalbano scenderà sino ai Quartieri del Terzo Paradiso di Lecco, in una mappa musicale articolata in diverse postazioni dedicate, di volta in volta, a un aspetto della canzone. L’anima, la parola, il ritmo, il viaggio e il suono: queste le cinque stazioni dislocate in diverse aree della città, arricchite dalle installazioni artistiche del collettivo lecchese Teste di Idra e dalla possibilità di collezionare cinque illustrazioni a tiratura limitata realizzate dal designer Marco Menaballi e di degustare le birre di Herba Monstrum, presente con un food truck.

Entrando nel dettaglio del programma, a inaugurare la lunga giornata sarà L’anima, improvvisazione diffusa a cura del Collettivo Majakovskij con Lello Colombo e in programma per le 11 della mattina nel bosco di Montalbano. Si scende al Parco dell’Eremo (in caso di pioggia Circolo Promessi Sposi), invece, alle 14, quando protagonista sarà la Parola del campione italiano di Poetry Slam Simone Savogin, qui affiancato da Flavia Neri e Lorenzo Pirovano.

Terza tappa del tour Piazza V Alpini (in caso di pioggia tensostruttura dell’Oratorio di Bonacina), dove alle 15.30 tocca a Il ritmo, perfettamente rappresentato dal concerto di percussioni “100 tamburi per Luca” in ricordo di Gianluca Polidori, batterista, percussionista e insegnante scomparso a marzo del 2020. Si prosegue con via Galilei di Bonacina alle 17, quando i lecchesi Le strade per la luna daranno la loro interpretazione de Il viaggio, mentre per la chiusura dell’itinerario appuntamento in via Pra’ Corvino (in caso di pioggia tensostruttura dell’Oratorio di Bonacina), dove alle 18.15 toccherà a Il suono con il dj set a cura di Dj Mena.