Lecco l’11 settembre 2021 – Potrebbe essere svelato a breve il mistero delle scritte laser apparse l’altra sera sul San Martino e da noi documentate in diretta. Nei prossimi giorni potrebbe addirittura comparire una conferenza stampa sulla chiara provocazione lanciata ai lecchesi e raccolta in primis dai tifosi del Lecco che hanno temuto un “attacco” dall’altra sponda. Già era apparsa, nello scorso campionato, uno striscione sul Ponte Nuovo con la scritta “Qui comincia il Lago di Como”. Non è stata poca l’agitazione tra le frange del tifo bluceleste per questa ennesima sfida. Ma se si può discutere se il lago si possa chiamare sempre e solo di Como e non, come tanti sostengono, Lario, con i due rami ben distinti, non si può certo mettere in discussione la lecchesità del San Martino.

Alcuni hanno pensato a un’iniziativa del quotidiano locale “La Provincia” (più che altro per i caratteri tipografici identici), ma la pista è assolutamente falsa e sbagliata. Non c’entra nulla, come ci hanno spiegato i responsabili del giornale. Poi si è parlato di una iniziativa “mediatica” del Comune. Ora la pista sembra portare verso una iniziativa sì mediatica ma di un’agenzia che intende fare battaglia alle Fake News, alle notizie false, dimostrando come bastino due scritte laser su una montagna per diffonderle in maniera virale sui social.

Certo è che, qualsiasi sia l’intento, lo scompiglio, e anche l’indignazione di molti lecchesi, è stato grande. “Questa montagna fa parte della Provincia di Como”, insomma, ha fatto arrabbiare molti. Adesso si attende il disvelamento del “mistero” che, però, poteva essere concepito diversamente, pur con lo stesso intento e la stessa riuscita.

Ecco il link della nostra diretta di ieri sera: https://fb.watch/7YdRuHCAE5/