Civate, 7 settembre 2021 – Il 24 Agosto 2016 il Terremoto ha colpito il Centro Italia. In quella data Pietro e Stefano due allevatori di Amatrice hanno perso tutto quello che avevano: le loro case, alcuni dei loro parenti e le loro stalle.

La Società Escursionisti Civatesi è venuta a conoscenza della loro storia nell’inverno del 2017 grazie ad un contatto con il Caseificio Storico di Amatrice di cui gli allevatori erano fornitori di latte prima del sisma.
Da quel momento è iniziato il lungo cammino della SEC a fianco degli amici allevatori.

Dal 2018, poi, la Società Escursionisti Civatesi in collaborazione con il Gruppo Alpini di Civate ha iniziato a raccogliere fondi, per aiutare i due allevatori a ricostruire le loro case e le loro stalle, organizzando una festa che ha luogo nel mese di Settembre.

Nel 2020 la pandemia da Covid-19 ha rallentato, ma non fermato, questa opera benefica.
Questo è il quarto anno in cui la Società Escursionisti Civatesi raccoglie fondi a favore di Stefano e Pietro. Con le somme donate fin’ora gli amici allevatori sono riusciti a ricostruire parte delle loro case e delle loro attività, il percorso per tornare alla normalità è ancora lungo ma dal quel 24 Agosto 2016 di strada ne è già stata fatta molta.

Tutto questo non sarebbe stato possibile se cinque anni fa gli amici di Valsecchi Formaggi Civate non avessero deciso di iniziare una collaborazione con Caseificio Storico di Amatrice nata con l’intento di “dare una mano” e diventata poi una bella amicizia.

Nell’ultimo anno i proprietari di Valsecchi Formaggi Civate si sono lasciati conquistare da nuovi sapori del territorio amatriciano grazie a Salumificio Sano rafforzando il legame con Amatrice

Sec e Alpini vogliono continuare a tenere vivo il legame che unisce Civate ad Amatrice e perciò si stanno rimboccando le maniche e il 10 e l’11 Settembre 2021 avrà luogo la consueta festa “Uniti per non dimenticare..”.
Già ora gli organizzatori vogliono dire grazie all’Amministrazione Comunale che ha supportato da sempre l’iniziativa benefica patrocinando l’evento, alla Protezione Civile Civate e ai commercianti della zona che hanno voluto supportare l’iniziativa.

Durante le due serate sarà possibile gustare dei piatti tipici della tradizione amatriciana (gricia, amatriciana, olive ascolane, arrosticini, pecorino) con qualche contaminazione alpina: venerdì polenta taragna e sabato porchetta.

Per accedere alla manifestazione è necessario essere in possesso del Green Pass e andranno rispettate alcune piccole regole, al di là di questo…il buon cibo e l’allegria saranno quelle di sempre!!