Molto significativa l’ iniziativa realizzata da Avis Valmadrera in collaborazione con la Consulta Giovanile che ha coinvolto venerdì sera al Centro Culturale Fatebenefratelli almeno una quarantina di neo diciottenni nati nel 2003 di Valmadrera e Malgrate in una apericena attorno al tema della donazione di sangue.
Il presidente Vincenzo Barzani ha invitato a approfondire tra le numerose opportunità di volontariato e fare del bene quella del donare il sangue , ovvero come salvare delle vite umane e come gli ospedali abbiano sempre più bisogno di donatori.
Il sindaco di Valmadrera Antonio Rusconi ha ringraziato l’ Avis per il significato educativo dell’ iniziativa, l’ assessore alla Cultura Marcello Butti e il Presidente della Consulta Giovanile Michele Magni, per la collaborazione e ha sottolineato come l’ attività dell’ Avis sia un dono particolare perché anonimo, si fa del bene a prescindere della persona che riceverà e che avrà il beneficio.
Il sindaco di Malgrate Flavio Polano ha evidenziato come diventare maggiorenni significa assumersi delle responsabilità e questo del donare il proprio sangue è un modo importante. Numerosi ragazzi si sono recati al banchetto per chiedere informazioni e alcuni hanno anche aderito.