Lecco, 14 agosto 2021 – Giornata piena di interventi per il Soccorso alpino per infortuni sulle montagne lecchesi.

Alle 7.30 un cercatore di funghi di 57 si è fatto male a una gamba in una zona boschiva sopra Casargo ed è stato trasportato in codice giallo, in elicottero, all’ospedale di Gravedona.

Due ore più tardi sopra Pagnona è stata una donna di 48 anni a farsi male a una gamba: codice verde, sempre elitrasportata a Gravedona.

Ore 10.22 una donna di 56 anni ha accusato un malore ai piani dei Resinelli e cadendo ha battuto la testa. I soccorsi erano stati allertati per un codice rosso, poi riclassificato in giallo a seguito del trauma cranico riportato.

Alle 12 fra Paglio e le Betulle è stata un’escursionista di 49 anni a farsi male e a dover chiedere l’intervento dell’elisoccorso. Anche nel suo caso codice giallo.

Nel pomeriggio, alle 15:20 circa a Vendrogno, in zona Noceno, soccorsi allertati per il mancato rientro di un cercatore di funghi, poi rintracciato poco lontano.

Alle 19:30 altro mancato rientro a Colico, località Villatico, sempre per un fungaiolo disperso, poi rintracciato. Pochi minuti dopo, intervento in un alpeggio di Premana: una donna ha avuto un incidente domestico ed, essendo in una zona impervia, è stata recuperata dalle squadre territoriali e portata all’ambulanza.

“In pochi giorni sono già diversi gli interventi che riguardano cercatori di funghi: dipende certo dall’alto numero di persone in montagna ma insistiamo sulla prevenzione, perché in alcuni casi è possibile evitare inconvenienti. È molto importante per esempio non andare da soli, comunicare bene dove si ha intenzione di andare, avvisare sugli spostamenti e sugli orari: le attivazioni infatti mettono in campo diverse realtà e impegnano parecchi soccorritori. Responsabilità e attenzione sono quindi sempre raccomandate”, spiega il Soccorso Alpino.