Casargo, 30 luglio 2021 – Dopo il grande successo del 2020 torna sabato e domenica l’evento “Sculture in legno” realizzate con la tecnica del Chainsaw Carving, ovvero l’ intaglio con la motosega; artisti provenienti da diverse parti del Nord Italia si metteranno quindi all’opera realizzando “live” con abilità e maestria sculture lignee .

Si inizia sabato mattina nel piazzale del Municipio quando dall’abilità degli artigiani prenderanno forma: gnomi, lupi, orsi, stelle alpine, aquile, gufi e molte altre figure che nascono dalle capacità e dall’estro artistico dei loro autori.

E’ sorprendente come da un attrezzo ritenuto “rude” come una motosega e da un semplice tronco grezzo possano nascere bellissime sculture tanto sa sembrare animate. Opere uniche nel loro genere, dichiara Antonio Pasquini Sindaco di Casargo – ricavate da tronchi d’albero che una volta ultimate rimarranno installate nelle aree limitrofe al Municipio per essere ammirate da tutti.

‘Sculture in Legno’ – sottolinea Wilma Berera Vice Sindaco e Assessore alla cultura del comune di Casargo che ha curato la manifestazione in collaborazione con il comune di Margno, il Consorzio Forestale Lecchese e la Pro Loco di Casargo – è alla sua seconda e dopo il successo dello scorso anno abbiamo deciso di riproporre questo evento dove l’artigianato si trasforma in arte. Questa manifestazione – prosegue il Vicesindaco – è anche un modo per diffondere la conoscenza del bosco e delle sue potenzialità come risorsa ambientale da valorizzare.

La giornata di sabato oltre che il piatto forte degli scultori all’opera e delle dimostrazioni di taglio con motosega per tutti gli interessati, offrirà anche divertimento per bambini e famiglie, nel pomeriggio spazio infatti ai gonfiabili gratuiti per il divertimento dei più piccoli. In serata cena della Pro Loco nell’area manifestazioni e chiusura di giornata con il quarto appuntamento della rassegna canti popolari che ospiterà l’allegria degli “Amis de l’Osteria”.

Domenica, tempo permettendo, gli scultori si sposteranno sul campo, ovvero lungo la passeggiata che dall’Alpe Paglio conduce al Pian delle Betulle, per realizzare direttamente nel bosco le loro bellissime sculture.

Questa iniziativa vuole dare un valore aggiunto per chi è in vacanza in Alta Valsassina e sta godendo la bellezza del bosco e delle lunghe passeggiate fornendo una prospettiva artistica all’ utilizzo della filiera bosco-legno conclude Antonio Pasquini.