Valmadrera, 29 luglio 2021 – L’amministrazione comunale di Valmadrera ha deliberato l’istituzione dell’area pedonale a Parè con i criteri di accesso per l’istallazione in tempi brevi del varco elettronico per il monitoraggio dei transiti nel periodo sopra indicato.

Parallelamente a questo provvedimento si è deciso di mantenere per i residenti la possibilità di richiedere un pass per la sosta in una parte dei parcheggi che prevedono una rotazione dei veicoli con esposizione di disco orario, in considerazione anche che l’area pedonale sperimentalmente non sarà attiva tutto l’anno ma dal 01/05 al 30/09.

“Dopo aver ascoltato tutti i soggetti in causa, ed aver attentamente valutato la situazione, tenuto conto anche di un atteggiamento maggiormente responsabile dei surfisti – commenta il Sindaco Rusconi Antonio – abbiamo valutato fosse opportuno procedere all’istituzione di un’area pedonale in un limitato periodo dell’anno. Tale decisione è stata presa considerando gli effettivi problemi di sicurezza legati alla situazione che si presenta quotidianamente nella predetta zona, con evidenti problemi sia di insicurezza dei pedoni che frequentano la zona che per la presenza di attività economiche commerciali e di grande richiamo, che di insicurezza per il transito veicolare oltre che dell’oggettiva impossibilità riscontrata per i cittadini residenti di trovare un parcheggio e sovente di poter uscire da uno stallo di sosta regolare a causa di veicoli parcheggiati in doppia fila nonostante il divieto di fermata e sosta.

Sperimentalmente l’area pedonale avrà un periodo limitato e sarà in detto periodo in vigore dalle 00:00 alle 24:00, successivamente in base ad un attento monitoraggio della situazione tale durata potrà essere ampliata o ridotta. Pensiamo con questo provvedimento di soddisfare sia le esigenze dei cittadini residenti che dei soggetti con cui abbiamo discusso in questo periodo, oltremodo con un provvedimento che potrà mutare in base alle opportune valutazioni, tenendo in forte considerazione i problemi di sicurezza che nel corso del mese di luglio a seguito della riapertura di tutte le attività sono apparsi ancora più evidenti e gravi, come evidenziato sia dagli interventi del personale di Polizia Locale che dai filmati e dalle recenti fotografie della situazione che si presenta sia nel periodo diurno che in quello serale/notturno”