Como il 20 luglio 2021 – Sta meglio l’olimpionico, sottosegretario ai grandi eventi di Regione Lombardia, Antonio Rossi Alla vigilia delle Olimpiadi di Tokio, il lecchese più medagliato della storia, a 52 anni, è stato ricoverato nei giorni scorsi al Sant’Anna di Como, dall’amico cardiologo Mario Galli per un leggero infarto.

Probabilmente già giovedì potrebbe lasciare il nosocomio comasco per poi passare un periodo di convalescenza a casa. In discussione c’è lo stress di tantissimi impegni che Antonio Rossi prende quotidianamente per la sua attività politica e istituzionale, che gioco forza dovrà rallentare, complice per fortuna il periodo estivo.

Rossi, consigliere comunale di centro destra in Comune a Lecco tra le altre cose, è molto apprezzato “bipartisan” da tutte le componenti del consiglio e soprattutto dai lecchesi che lo hanno sempre visto come persona “super partes” al di là delle sue convinzioni politiche.

Il tre volte medaglia d’oro di canoa e tre volte campione del mondo, sempre in canoa, è atteso da tutti i lecchesi a braccia aperte per la convalescenza e sul suo cellulare i messaggi di sostegno e di incoraggiamento si sono davvero accumulati a centinaia.