Un film di grande spessore cinematografico (non a caso premiato con la Palma d’Oro al Festival di Cannes 2018), con una forte componente provocatoria e moralistica. Il cineforum estivo “Ma che film la vita!” – organizzato da Confcommercio Lecco e Parrocchia di San Nicolò – ha proposto lunedì 19 luglio “Un affare di famiglia” del maestro giapponese Kore-eda Hirokazu. Un’opera di notevole qualità, con al centro una famiglia speciale, destinata a rimettersi in gioco a causa di un incidente inaspettato (ma in realtà cercato da uno dei protagonisti).

Il saluto introduttivo, con le consuete indicazioni per una “visione consapevole” al folto pubblico presente anche al terzo appuntamento della rassegna, è toccato al prevosto di Lecco e presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo, don Davide Milani.

Dopo avere parlato dello storia della cinematografia giapponese e di quella del regista, don Davide ha evidenziato: “Si tratta di un film davvero interessante e non banale, spaccato in due parti ben distinte da una cesura narrativa netta. Un’opera che pone una tesi controversa, ovvero quella che i veri legami non sono quelli di sangue e che le relazioni migliori (anche quelle familiari) sono quelle che si scelgono. Quella di Kore-eda, che non segue il tempo cronologico ma quello delle relazioni, è una provocazione che accompagna tutto lo sviluppo della storia”.

Al suo fianco un rappresentante di Confcommercio Lecco e don Cristiano Mauri con cui don Davide ha dialogato all’inizio e a cui ha lasciato spazio al termine della proiezione.

La rassegna estiva 2021 si concluderà sabato 24 luglio con il film italiano “Figli”, sempre con inizio alle ore 21. Per prenotare il posto (5 euro) occorre inviare una email a segreteria@chiesadilecco.it o chiamare lo 0341282403.