E’ stato reso noto il ricco calendario di eventi estivi che andranno in scena nei paesi dell’Alta Valsassina nei mesi di luglio e agosto, tra gli appuntamenti -dichiara Monica Adamoli consigliere delegato al Turismo del comune di Casargo- anche sette serate dedicate ai canti popolari in cui si esibiranno cori e complessi che proporranno il loro repertorio della tradizione.

Non una scelta casuale da parte degli organizzatori ma la volontà di iniziare un viaggio di riscoperta e omaggio al vasto patrimonio del canto popolare.

Sino alla seconda guerra mondiale e al seguente boom economico, che ha visto l’abbandono progressivo delle campagne, il canto popolare era una costante non solo nei momenti di festa ma anche nella quotidianità: il lavoro, il sentimento religioso, l’emigrazione, le fasi della vita, la guerra erano tutti aspetti che confluivano in canti e musiche popolari e che contribuivano-prosegue Monica Tantardini consigliere con delega alle frazioni- in maniera determinante a costruire l’identità culturale di un popolo. Il filo conduttore della mini rassegna vuole essere quindi proprio questo: riscoperta della tradizione, della coralità, della socialità, intesi anche come valori che non esauriscono mai la loro forza, ma anzi possono sempre dire qualcosa nel vissuto di tutti i giorni.

Gruppi del territorio, ma non solo, si avvicenderanno secondo un calendario già prefissato di serate. Primo appuntamento-sottolinea Wilma Berera vice Sindaco del comune di Casargo- per sabato 10 luglio, dalle 18, con il gruppo I Coscritti di Premana, alla prima uscita ufficiale dopo un anno e mezzo, che si esibiranno alla vigna di Indovero. Canti della tradizione uniti alla possibilità di visitare i filari dell’azienda agricola della famiglia Citterio e di degustare il vino che viene prodotto in questo piccolo gioiello di sogno, passione e caparbietà che la piccola frazione di Casargo custodisce.