Organizzato e promosso da CSV Monza Lecco Sondrio e Comune di Lecco attraverso il Tavolo lecchese per la Giustizia Riparativa nell’ambito delle iniziative in programma per il mese di luglio, da giovedì 8 luglio a lunedì 12 luglio presso la Piccola troverà spazio l’evento “Piazza dell’Innominato” – Innominate Vie, Lecco Restorative City e Racconti di GiustiziE nell’ambito del Luglio Lecchese. L’iniziativa ruota intorno all’idea di presentare e far conoscere alla città l’esperienza del tavolo per la giustizia riparativa, con momenti di ascolto di alcune testimonianze alternati a momenti più leggeri in cui le persone possano parlare e conoscersi.

Il programma prevede momenti di confronto e momenti di intrattenimento a tema a partire dalle 18:30 di giovedì (conferenza stampa e inaugurazione). A seguire, dopo un momento musicale “Biscotti Biscotti Ensemble Ensemble”, alle 21 si terrà la tavola rotonda “Racconti di giustiziE” con la dottoress Bruna Dighera, psicologa giuridica e referente del Tavolo lecchese per la Giustizia Riparativa, a dialogare con la Direttrice della Casa Circondariale di Lecco Antonina D’Onofrio, Maria Grazia Sucato, funzionaria dell’ Ufficio Esecuzione Penale Esterna, Andrea Di Stefano, vicepresidente dell’associazione comunità Il Gabbiano ODV e Renato Ferrario, presidente della cooperativa sociale L’Arcobaleno. La tavola rotonda inaugurerà i momenti dedicati agli “incontri con i libri viventi” in programma anche sabato 10 luglio dalle 17 alle 20 e lunedì 12 luglio dalle 19 alle 21, incontri della durata di un’ora ai quali si accede solo su prenotazione, da fare entro martedì 6 luglio a questo collegamento oppure scriendo a s.carozzi@csvlombardia.it o al numero 3288795784, indicando il giorno e l’orario in cui si intende partecipare.

Venerdì alle 21 sarà la volta del convegno “Innominate Vie. Lecco Restorative City”, per un approfondimento sull’approccio riparativo e sulla giustizia delle relazioni che sarà aperto dagli interventi del Sindaco di Lecco Mauro Gattinoni, del Prevosto di Lecco, don Davide Milani e del coordinatore dell’ufficio dei piani del Distretto di Lecco Ruggero Plebani. Nel corso della serata la dottoressa Bruna Dighera dialogherà con il professor Ivo Lizzola dell’Università degli studi di Bergamo, la professoressa Patrizia Patrizi dell’Università degli Studi di Sassari, membro del board del Forum Europeo per la Giustizia Riparativa. Per partecipare è necessario prenotare a questo collegamento oppure scrivere a s.carozzi@csvlombardia.it. In caso di maltempo tutte le iniziative si terranno presso la sede del Politecnico, in via Previati 1/C.

Tra i momenti di intrattenimento, sabato alle 20, sempre alla Piccola, andrà in scena un’attesa anteprima: la preview del festival “Con la testa all’insu” con esibizioni della compagnia Sonic. In caso di maltempo, lo spettacolo si terrà il giorno seguente, sempre alla Piccola.

“Mai come in questo momento abbiamo bisogno di incontri e confronti sulle tematiche che il tavolo lecchese per la giustizia riparativa porta avanti da anni – sottolinea l’assessore al Welfare del Comune di Lecco Emanuele Manzoni-: ascoltare il dolore, riparare i legami, tenere conto del fatto che vivere la comunità significa aderire ad una dimensione collettiva, anche sul tema della giustizia. Il programma ricco di appuntamenti permetterà di immergersi nel mondo della giustizia riparativa grazie a relatori d’eccellenza ma anche e soprattutto con il contributo e le testimonianze di cittadini comuni che quotidianamente contribuiscono alla costruzione di comunità riparative. Come possiamo ripartire insieme dopo le ferite lasciate da questi ultimi mesi straordinari? Credo che i cittadini lecchesi che si fanno questa domanda possano trovare in Piazza dell’Innominato qualche risposta”

“In questi tre giorni parleremo di giustizia e di ingiustizia – spiegano Lucio Farina direttore del CSV e Bruna Dighera coordinatrice del Tavolo della Giustizia Riparativa -, anzi di giustizie e di ingiustizie, di sofferenze e rancori, di cadute e tentativi di rialzarsi, ma anche di incontri, di dialogo, di parole, di condivisione di pensieri e di emozioni, di cambiamenti possibili e di nuovi progetti… Parleremo di come si può fare a costruire una città e una comunità riparative”.