“Siamo davvero un’associazione vivace perché riusciamo a sperimentare la condivisione e la fraternità”. Così i responsabili zonali Silvia Negri e Anna Proserpio hanno chiuso l’incontro unitario zonale di Azione Cattolica di sabato 19 alla casa di Ac di Costa dal significativo titolo: ”Tutti insieme appassionatamente”.

Clima di condivisione perché significativo è stato lo scambio sull’intervento di fratel Luca Fallica collegato on line dalla comunità benedettina di Dumenza, nei pressi di Luino. Il commento della Moltiplicazioni dei pani ha portato a considerazioni sullo stile evangelico delle comunità parrocchiali. “Gesù – ha detto tra l’altro fratel Luca – legge i bisogni della gente, li raccoglie in piccoli gruppi per favorire le relazioni, dà loro da mangiare”.
La fraternità è emersa nel cordiale saluto a don Angelo Papia, prete novello della parrocchia di Tabiago, già responsabile di Ac.

“Mi ricordo – ha detto – quando stavamo aprendo questa casa di Ac e poi ho lasciato i lavori in corso per entrare in seminario. Auguro all’Ac di essere sempre un’associazione ricca di spirito di servizio e condivisione”.
Durante la preghiera sono stati offerti al Signore dei veri e propri diari dei soci di Costa in cui hanno espresso le loro fatiche, ma anche scoperte, durante il periodo inconsueto della pandemia. Ne uscirà un testo e un video dal titolo “3,2,1 Azione”, curato dal gruppo Acr. Tra i sessanta partecipanti non sono mancati infatti i ragazzi coi loro educatori, e anche l’assistente zonale, don Marco Crippa, parroco di Monticello.

Cliccando su https://aclecco.bewapp.it/ si può ascoltare la riflessione di Fratel Luca.