Milano, 10 giugno 2021 – “La Lombardia può considerarsi da oggi di fatto zona bianca”. Lo comunica in una nota la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti.

“I dati odierni – precisa la vicepresidente – confermano, dopo tre settimane consecutive di incidenza di casi positivi al Covid sotto i 50 ogni 100.000 abitanti, che da lunedì prossimo la Lombardia potrà passare da zona gialla a zona bianca”. E questo significa che non ci sarà più il coprifuoco.

IL DATO DI OGGI – “Il dato di oggi – aggiunge Letizia Moratti – certifica 23 positivi ogni 100.000 abitanti, con un costante e sensibile calo dei pazienti ricoverati in terapia intensiva”.

RITORNO ALLA NORMALITÀ – “Il ritorno però alla completa normalità di tutte le attività – sottolinea l’assessore al Welfare – senza restrizioni, fatta eccezione per le discoteche, e il venir meno del coprifuoco serale non significa un ‘liberi tutti'”.

OBBLIGHI E DIVIETI RIMANENTI – Rimangono obblighi e divieti volti a ostacolare la diffusione dei contagi. “Resta quindi l’obbligo – spiega Letizia Moratti – d’indossare la mascherina all’aperto e al chiuso, negli spazi pubblici e privati, mantenendo sempre la distanza interpersonale di almeno 1 metro. Resta inoltre in vigore il divieto di assembramento”.

CAMPAGNA VACCINALE 7 MILIONI SOMMINISTRAZIONI – “Questo risultato da tanto atteso e auspicato – conclude la vicepresidente di Regione Lombardia – è da attribuire al forte impulso avuto dalla campagna vaccinale, che ha toccato quota 7 milioni di somministrazioni. Ma soprattutto allo straordinario senso civico dei lombardi, che hanno rispettato regole e protocolli”.

APPELLO ALLA RESPONSABILITÀ – “Per questo – ricorda Letizia Moratti – ribadisco l’appello alla responsabilità di ognuno, nonostante il miglioramento della situazione e il progressivo aumento della popolazione vaccinata”.