Ricorre oggi il 207° annuale di fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Anche quest’anno le misure di contenimento della pandemia non hanno consentito di celebrare l’evento con la solennità del passato, ma si è preferita una simbolica cerimonia.


Da 207 anni i Carabinieri sono al fianco degli italiani, con le Stazioni e Tenenze territoriali, a cui si affiancano, con indissolubile sinergia, le Stazioni Forestali e i Reparti Speciali che consentono la tutela e la salvaguardia della popolazione in ogni aspetto: dalla salute all’ambiente, dalla tutela della normativa del lavoro a quella del patrimonio culturale, fino al contrasto al terrorismo. Gli interessi della collettività sono costantemente tutelati da uomini e donne che, guidati dai valori dell’Arma e dalla vocazione alla salvaguardia del prossimo, hanno scelto di intraprendere la vita militare.

A Lecco si è tenuta la sola deposizione di una corona d’alloro da parte del Comandante Provinciale Col. Igor Infante, unitamente al Prefetto, dott. Castrese De Rosa, presso il monumento ai caduti dell’Arma posto nel cortile interno della caserma di Corso Carlo Alberto.


I NUMERI
L’impegno messo in campo dai reparti del Comando Provinciale di Lecco negli ultimi 12 mesi ha consentito di ottenere una generalizzata diminuzione del 7,54%, di tutte le fattispecie di reato denunciate alle 15 Stazioni dei Carabinieri del territorio.

In particolare l’Arma, che continua a perseguire oltre l’87% dei reati verificatisi in tutta la provincia (capoluogo incluso), ha registrato un significativo calo dei crimini predatori con una diminuzione del 23,78% dei furti totali, il decremento del 29,66% di quelli in abitazione e del 29,11% di quelli in esercizi commerciali ed una diminuzione del 8,57% delle rapine.

L’attività preventiva in provincia ha visto oltre 54mila persone e 41mila veicoli controllati nonché l’arresto di 162 persone ed il deferimento di oltre 1.800 soggetti all’Autorità Giudiziaria.

SPACCIO
Particolare attenzione preventiva e repressiva è stata rivolta alle aree boschive poste nei comuni di Dervio, Colico, Calolziocorte, Bosisio Parini, Cassago Brianza e del’Oggionese spesso interessate dai fenomeni di spaccio delle sostanze stupefacenti di vario tipo, che ha visto complessivamente, nel periodo interessato, il sequestro di oltre 8 Kg di “marijuana”, oltre 3,393 Kg. di “hashish”, di 877 gr. di “eroina” e di 661 gr. di “cocaina”, nonchè all’arresto di 24 persone, alla denuncia a piede libero di altre 90 e alla segnalazione amministrativa per uso di sostanze stupefacenti di 63 consumatori.

COVID
Inoltre l’Arma nel corso di questo periodo non ha solo concorso, unitamente alle altre Forze di Polizia, nei servizi finalizzati alla verifica del rispetto delle prescrizioni previste dai vari DPCM relativi all’evento pandemico COVID-19, ma ha anche svolto un’importante attività di sostegno alle popolazioni.

LE SCUOLE
In tale senso si segnalano l’intervento in favore degli istituti scolastici della provincia per facilitare lo svolgimento delle cd. D.A.D. (Didattica a Distanza), consegnando a domicilio, d’intesa con l’Ufficio Scolastico Provinciale, oltre 700 P.C. e Tablet agli studenti, nonché la collaborazione con la Società “Poste Italiane” finalizzata a prevedere il ritiro delle pensioni da parte delle Stazioni Carabinieri in favore di utenti impossibilitati a raggiungere gli Uffici Postali.