Lecco, 21 maggio 2021 – Questa mattina, alle ore 7.45 circa, in via Balicco a Lecco sono stati esplosi 4 colpi d’arma da fuoco tra la folla di ragazzi che era appena scesa dal treno per recarsi nei vicini istituti scolastici. L’episodio ha subito generato il panico, creando una fuga generale di tutti i presenti.

Gli agenti delle Polizia Ferroviaria, udendo gli spari provenienti dalla stazione, si sono subito recati sul posto. Dopo aver accertato che non vi fossero feriti e successivamente, sono iniziate le indagini con il rinvenimento dei bossoli dell’arma che, per fattezza e misura, erano verosimilmente riconducibili ad una pistola a salve.

LE INDAGINI
Vista la gravità dell’accaduto, anche per le conseguenze che lo stesso avrebbe potuto determinare per il panico creatosi, gli investigatori della Squadra Mobile della Questura, con i colleghi della Polizia Ferroviaria, si sono messi subito al lavoro per identificare il soggetto e contestualizzare l’evento.

Sono stati analizzati tutti i filmati dei sistemi di video sorveglianza che hanno consentito di dare un volto all’autore dell’insensato gesto. Successivamente, dopo varie ricerche e servizi di appostamento, lo stesso è stato riconosciuto e bloccato dagli agenti sempre nei pressi della stazione.

IL RESPONSABILE
Si tratta di un quindicenne che, dopo aver ammesso le proprie responsabilità, ha consegnato agli agenti la pistola risultata effettivamente a salve e munita di tappo rosso.

“Il ragazzo – spiega la Questura – dimostratosi consapevole della gravità dell’azione posta in essere, è stato denunciato alla Procura dei Minori di Milano per procurato allarme ed esplosioni pericolose; l’arma è stata sequestrata”.

I SINDACATI
“Chiediamo che sia fatta chiarezza sull’accaduto”. Andrea Frangiamore, segretario generale della Filt Cgil Lecco, interviene sulla vicenda degli spari di venerdì mattina nel sottopassaggio della stazione ferroviaria di Lecco. “Ancora una volta assistiamo a un episodio di estrema gravità nei pressi della stazione – prosegue Frangiamore –. Fortunatamente non ci sarebbero stati feriti, ma comunque gli spari hanno scatenato il panico tra le persone presenti nel luogo. Da tempo denunciamo un’escalation di atti di violenza avvenuti alla stazione di Lecco nei confronti di utenza, lavoratrici e lavoratori, per questo chiediamo maggiori controlli e un incremento dei livelli di sicurezza, per preservare la salute di chiunque”.