Mandello del Lario, 21 maggio 2021 – Sono aperte le prenotazioni per la terza edizione del Festival della Letteratura di Mandello del Lario, che proseguirà con cadenza settimanale sino al 28 agosto.

Domani, alle 18:00 alla Fondazione Carcano di Mandello, si parla di donne e lavoro, di storia del giornalismo e di un pezzo di storia d’Italia con Francesca De Sanctis, giornalista de L’Unità, critica teatrale , curatrice di  “M” di Michele Santoro, ideatrice e direttore artistico del Festival di teatro civile CassinoOff.

Francesca De Sanctis è autrice di “Una storia al contrario”, Giulio Perrone editore. Il 29 luglio del 2014 il quotidiano l’Unità sospende le pubblicazioni e un’ottantina di giornalisti e poligrafici si ritrovano da un momento all’altro senza lavoro. Fra di loro c’è anche Francesca, incinta di 4 mesi e già madre di una bimba di 5 anni. Un anno dopo il giornale riapre e lei viene riassunta, ma l’esperienza durerà poco. A giugno del 2017 l’Unità sparisce di nuovo dalle edicole. Stavolta sono una trentina i giornalisti a perdere il lavoro. Francesca si ritrova ancora in Cassa integrazione, ma non si arrende. Collabora con diverse testate e per un periodo lavora anche in tv. Diventa una precaria, proprio lei che a 26 anni poteva vantarsi di avere già fra le mani un contratto a tempo indeterminato, e ripensa a tante cose: da suo padre, scomparso prematuramente, ai sui primi anni all’Unità, quando stringeva rapporti con il mondo intellettuale.

A dialogare con lei la giornalista Silvia Morosi, giornalista professionista per il Corriere della Sera, collaboratrice di 27esima ora.

Per prenotare: https://www.visitmandello.it/it/eventi