Nella nottata di domenica 16 maggio agenti della Polizia di Stato di Lecco – Squadra Volanti procedeva, in via Azzone Visconti, al controllo di un’autovettura sospetta.

Alla guida vi era un soggetto il quale, alla richiesta dei poliziotti di fornire i documenti, risultava avere fin da subito un atteggiamento estremamente nervoso ed agitato. Lo stesso dichiarava agli agenti di trovarsi a Lecco in quanto aveva dormito in auto in via dell’Isola, proveniente dall’abitazione del padre sita in Valmadrera, al quale aveva prestato assistenza in quanto invalido.

Dal controllo di polizia emergeva che il soggetto aveva a suo carico vari precedenti per reati contro il patrimonio e la persona. Sul sedile posteriore dell’autovettura, inoltre, i poliziotti notavano una busta di plastica contenente numerosi paia di occhiali sia da sole che da vista, nella quasi totalità imbustati singolarmente e chiaramente nuovi (centoventisei paia), in merito ai quali il soggetto dichiarava che gli erano stati regalati da un amico del quale non era in grado di fornire le generalità e che era sua intenzione venderli su internet per guadagnare qualcosa, in quanto disoccupato.

Alla luce di quanto sopra, vista la versione fornita dal soggetto poco credibile ed essendoci fondati motivi per ritenere che lo stesso detenesse merce provento di attività illecita, gli agenti procedevano al sequestro degli occhiali e a denunciare un 22enne italiano, per il reato di ricettazione.

Il soggetto veniva inoltre sanzionato ex art. 4 del D.L. 19/2020 per aver contravvenuto alle prescrizioni governative finalizzate al contenimento del rischio di contagio da COVID-19. Sono in corso approfondimenti finalizzati a rintracciare la vittima del furto.