Lecco, 19 maggio 2021 – Si torna a fare i conti, dopo un anno decisamente sui generis, in casa Avis. Il vice presidente vicario Bruno Manzini ha esposto infatti i dati relativi al 2020 per quanto riguarda le attività di donazione del sangue da parte dei volontari lecchesi.

Numeri consistenti nonostante l’avvento della pandemia, che ha ridotto le donazioni esclusivamente nel mese di marzo, il periodo più critico anche e specialmente per gli ospedali. Negli altri mesi, i volontari non hanno rinunciato al prelievo, mantenendo costante l’afflusso di donazioni nonostante l’incertezza sanitaria.

Lecco il comune con più donazioni, seguito da Merate, Costamasnaga e Valmadrera, mentre è maggioritario il numero di donatori del sesso maschile rispetto a quelle del sesso femminile.

L’intervista al vice-presidente vicario, Bruno Manzini: