Civate, già noto per i preziosi cicli di affreschi romanici delle basiliche di san Pietro al Monte e del monastero di san Calocero, ospita un altro gioiello risalente alla fine del medioevo: la Casa del Pellegrino.

Già utilizzata in epoca remota come luogo d’accoglienza dei numerosi pellegrini che giungevano al monastero civatese, a partire dal quindicesimo secolo la Casa del Pellegrino diventa abitazione di famiglie nobili che la arricchiscono con numerose decorazioni pittoriche. La più significativa è un ciclo di storie di caccia e di amor cortese, risalente alla metà del ‘400, che celebra e ricostruisce la vita e le passioni delle classi nobili nell’epoca dei Visconti e degli Sforza. Fra dame, cavalieri, cinghiali, falconi e ghepardi, che si stagliano su un fondo di un rosso intenso, rivivono simboli e rituali di un’epoca in un cui il ducato di Milano sta per raggiungere il suo massimo splendore.

Sarà possibile accedere previa prenotazione per consentire la programmazione degli ingressi. Sarà visibile anche l’affresco della terza camera picta, recentemente riscoperto.
LE PROSSIME VISITE:
23 e 30 maggio; 6, 13 e 20 giugno
a partire dalle ore 16.00

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ALMENO ENTRO 24 ORE PRIMA DELLA VISITA scrivendo a lucenascosta@gmail.com
Ingresso e visita guidata 5 euro intero, 3 euro ridotto
Parcheggio in P.za Antichi Padri – Civate (Lc), ingresso a sinistra della chiesa parrocchiale.