«Senza minimamente coinvolgere le opposizioni ed i consiglieri comunali di maggioranza, l’Assessore Cattaneo decide di cancellare per 3 sabati a luglio i parcheggi del centro, riuscendo nell’impresa incredibile di scontentare contemporaneamente sia gli ambulanti, i quali rimarrebbero senza parcheggi per i loro clienti abituati ad andare alla Piccola, sia i commercianti ed i residenti del centro storico che si troveranno intasati dal traffico e con la carenza di posti auto. In questo modo, rischia di agire come l’imperatore Nerone che per un capriccio dette fuoco alla città! – Così Giacomo Zamperini, Capogruppo in Consiglio Comunale per Fratelli d’Italia. – Se mi avessero dato ascolto, questo problema non ci sarebbe stato. Infatti, avevo tempo fa suggerito di fare una sperimentazione preventiva solo il mercoledì mattina, e di non togliere parcheggi posizionando i banchi del mercato sui posteggi di piazza Affari e di piazza Mazzini.

Così, anche se le intenzioni dichiarate dalla Giunta sono quelle di rilanciare il mercato, l’unico risultato sarà quello di creare un caos generale, paralizzare la città e, in conseguenza alle reazioni negative ed alle polemiche, affossare per sempre la possibilità di vedere il mercato in centro. Tutto ciò, avviene per poter organizzare un evento di Street Food alla Piccola? Ma non potevano farlo da un’altra parte, senza penalizzare i commercianti locali, che sono già allo stremo delle forze? Questo sabato mattina, – conclude Zamperini – incontrerò al mercato alcuni rappresentanti degli ambulanti di Lecco, anche perché non capisco cosa serva fare assemblee dei residenti pochi giorni prima, a decisione presa. Mi impegnerò sin da subito, spero assieme a tutti gli alleati del centrodestra e non solo, nel far desistere il “Nerone lariano” dall’intento di appiccare il fuoco nel centro della città di Lecco.»