Federmoda Confcommercio ha lanciato negli scorsi giorni la campagna per l’apertura al 1° maggio dei negozi di moda, tessile, abbigliamento, calzature, accessori, pelletterie e articoli sportivi – in zona gialla e arancione e fuori dai centri commerciali – con l’obiettivo di promuovere il lavoro dopo tanti giorni di chiusura.

Anche Federmoda Lecco, guidata dal presidente Oscar Riva, ha deciso di aderire, invitando le imprese lecchesi a tenere aperto il prossimo 1° maggio: “Condividiamo in pieno questa iniziativa che ha un valore chiaramente simbolico. Un modo per festeggiare il lavoro dei nostri negozi – chiusi per decreto anche per 140 giorni in zona rossa – ma anche un segnale di riapertura: speriamo che sia davvero la fine della stagione delle chiusure che hanno messo in ginocchio il nostro comparto. Ci auguriamo che sia davvero un sabato di rinascita. Il momento è complesso, ma abbiamo voglia di ripartire tenendo aperte le porte ai nostri clienti”.

Quindi il presidente Oscar Riva aggiunge: “Come ha evidenziato il presidente nazionale di Federmoda, Renato Borghi, se le aziende chiudono non ci sarà più futuro per molti imprenditori e lavoratori con le loro famiglie, ma anche per le nostre città che rischiano una progressiva e inesorabile desertificazione, perdendo anima e appeal, oltre a sicurezza, decoro, relazioni, professionalità e valore immobiliare. Insomma, non vogliamo lasciare il nostro futuro ai colossi del web che si sono avvantaggiati proprio dalla chiusura forzata dei nostri negozi”.

L’iniziativa non riguarda i negozi in zona rossa né quelli all’interno dei centri commerciali, la cui apertura è vietata dai Decreti.