Indovero, 24 aprile 2021 – Temperature altalenanti e meteo avverso hanno caratterizzato le scorse settimane. Dopo un primo accenno di primavera, il termometro è sceso, causando non pochi danni specialmente a chi lavora con la terra; così non è stato per Mattia Citterio, che da qualche anno coltiva la vite e produce il vino a Indovero. Una posizione piuttosto particolare per l’altitudine – la sua vigna è una tra le più alte in Italia – che ha consentito però di scampare alle gelate primaverili, grazie ad un’esposizione solare particolarmente ampia.

L’intervista a Mattia Citterio: