Monticello Brianza, 18 aprile 2021 – La quinta edizione di IterFestival prosegue con sei incontri online. La manifestazione è promossa dal Consorzio Brianteo Villa Greppi con la collaborazione de Lo Sciame Libri di Arcore e la direzione artistica di Martina Garancini e Claudia Frauto. Dopo aver già ospitato nelle scorse settimane autori quali, tra gli altri, Enrico Galiano ed Emiliano Poddi o il visual designer Alessandro Bonaccorsi, continua la corsa della kermesse letteraria brianzola inaugurata il 9 aprile e in programma fino all’8 maggio. Sei, come anticipato, gli eventi in cartellone dal 22 al 30 aprile, come sempre in programma all’orario stabilito e in contemporanea sul sito www.villagreppi.it, sulla pagina Facebook (@consorziobrianteovillagreppi) e sul canale Youtube del Consorzio.

Primo ospite di questa seconda parte del festival Roberto Costantini, che giovedì 22 alle 21 parla del suo “Una donna in guerra”, romanzo con protagonista la funzionaria dei servizi segreti italiani Aba Abate. Con nome in codice “Ice”, Aba ha sempre un bagaglio a mano pronto in ufficio per partire sulle tracce dei terroristi: all’interno una parrucca, un velo, un hijab, un paio di occhialoni. Una vita nello spionaggio internazionale. Una vita tenuta segreta.

Si prosegue venerdì 23 alle 21 con l’incontro in compagnia di Viola Ardone e del suo “Il treno dei bambini”: un libro, questo, che svela una vicenda poco nota dell’Italia del dopoguerra, quando il Partito Comunista era solito organizzare affidi temporanei di bambini del Sud a famiglie del Nord Italia. Protagonista, qui, il piccolo Amerigo, che nel ‘46 lascia il suo rione di Napoli e sale su un treno, attraversa la Penisola e, come migliaia di altri bambini meridionali, trascorre alcuni mesi con una famiglia settentrionale.

Si parla di valori fondamentali della convivenza civile sabato 24 alle 17, quando Giovanni Grandi presenta il suo “Scusi per la pianta”, romanzo che parte da un biglietto di scuse di un bambino per aver colpito con il pallone una pianta e che poi si apre a una più ampia riflessione: un sussulto etico di cui il ragazzino ha dato prova.

Atteso per mercoledì 28 aprile alle 21, invece, uno degli ospiti di punta di questa edizione del festival: si tratta di Marco Balzano, che intervistato dallo scrittore Alberto Schiavone parla di “Quando tornerò”. Protagonista è Daniela: marito sfaccendato, due figli adolescenti e un lavoro precario, una notte decide di fuggire dalla Romania e di raggiungere Milano, alla ricerca di un’opportunità. Dovrebbe restarci per poco tempo, giusto quanto serve per guadagnare il necessario, e invece progressivamente la sua vita si sdoppia, i ritorni si fanno sempre più rari e un imprevisto renderà esplicite le conseguenze delle scelte fatte.

Il giorno successivo, alle 21, iterfestival ospita il noto illustratore e vignettista Mauro Biani, firma di “È questo il fiore”: in dialogo con il giornalista Daniele Biella, Biani parla di un volume che raccoglie le sue migliori vignette dedicate all’antifascismo, qui impreziosite da dieci inediti.

Infine, ultimo appuntamento di questa parte della kermesse, l’incontro di venerdì 30 aprile alle 21 con Gaetano Savatteri, autore di “Quattro indagini a Màkari”. Un romanzo, questo, che è stato punto di partenza per la fiction Rai “Màkari” e che narra la storia di quattro casi delittuosi in cui i protagonisti si trovano a inciampare un po’ per caso.

Tutti gli eventi saranno trasmessi all’orario stabilito sul sito www.villagreppi.it, sulla pagina Facebook (@consorziobrianteovillagreppi) e sul canale Youtube del Consorzio. Si anticipa che ospiti della terza e ultima parte della kermesse, in programma a maggio, saranno Paolo Castaldi, Simona Baldelli e Alessia Gazzola.

INFORMAZIONI: Per aggiornamenti sul festival: www.villagreppi.it  | www.facebook.com/consorziobrianteovillagreppi/

A questo collegamento è possibile sfogliare il catalogo (giorni e orari sono confermati): https://ita.calameo.com/read/001106508a0b7131d4a44?page=1