Lecco, 7 aprile 2021 – Fare valere i propri diritti e protestare per la grave situazione economica in cui versano gli ambulanti. Fiva Confcommercio Lecco ha deciso di organizzare per sabato 10 aprile una manifestazione passiva nell’area del mercato di Lecco.

“Manifestiamo perché il Governo ci sta penalizzando in modo indiscriminato: è come se noi ambulanti non esistessimo – spiega il presidente Fiva Lecco, Rino Barbieri – Mi riferisco ai ristori e alle aperture dei mercati. Per quanto riguarda il sostegno economico, il 50% degli operatori su area pubblica non percepirà alcunché e chi ottiene qualcosa riceve somme irrisorie. Il tutto mentre in modo incomprensibile continuiamo a non potere lavorare: perché i negozi, i supermercati o gli itineranti possono vendere prodotti per la casa e l’intimo, mentre noi ambulanti no? Eppure i mercati si tengono all’aria aperta e quindi sono molto sicuri: i clienti sono a distanza minino di due metri, siamo noi a consegnare la merce e il cliente non la tocca come si fa nei negozi provandola per poi rimetterla sullo scaffale! E poi non facciamo assembramenti, come succede invece nei corridoi di molti supermercati. Lo ripeto: manifestiamo solo per far valere i nostri diritti. Vogliamo lavorare, rispettando le regole”.

In una lettera inviata al Prefetto di Lecco, al Questore di Lecco e al Sindaco di Lecco, il presidente Barbieri ha voluto rimarcare: “L’attuale situazione di crisi economica, originatasi dalla pandemia sanitaria ancora in corso, è stata a nostro parere esacerbata da una serie di misure di prevenzione dettate dal Governo le quali – nate anche sotto i migliori auspici – si sono poi trasformate in un nodo scorsoio che sta portando alla bancarotta molti lavoratori della nostra categoria. Ecco perchè siamo costretti a “mettere in piazza” la nostra disperazione”.

La manifestazione di sabato 10 aprile coinvolgerà gli ambulanti che partecipano al mercato comunale di Lecco: gli operatori si recheranno come al solito presso i propri posteggi assegnati in concessione presso l’area mercatale della Ex Piccola, ma non lavoreranno. “In pratica non verrà svolta la normale attività di vendita di beni e prodotti, ma sarà assicurata solo la presenza con azioni di informazione alla cittadinanza relative alla nostra situazione di crisi. Abbiamo chiesto al Comune di Lecco di non conteggiare a carico degli ambulanti aderenti penalità o assenze”. Nel caso in cui la “zona rossa” venisse revocata entro venerdì 9 aprile l’azione di protesta prevista per sabato 10 non avrà luogo.