Lecco, 6 aprile 2021 – Da diversi anni la Provincia di Lecco è impegnata, con il contributo di Regione Lombardia e con proprie risorse finanziarie, nel risanamento del bacino est del lago di Annone attraverso la gestione di uno specifico impianto finalizzato alla riduzione del carico inquinante presente nel bacino.

In considerazione del miglioramento ottenuto negli anni sul bacino est, la Provincia di Lecco, in accordo con i Comuni rivieraschi di Annone Brianza, Civate, Galbiate, Oggiono, Suello e con l’Autorità di Bacino del Lario e dei Laghi Minori, ha deciso di predisporre uno specifico progetto anche per il risanamento del bacino ovest del lago di Annone, nell’ambito di quanto previsto dalla delibera di giunta regionale del 18 gennaio 2021 con la quale sono stati stanziati 20 milioni di euro per interventi sui laghi e sulla biodiversità.

Con i decreti del Presidente della Provincia di Lecco del 22 marzo e del 29 marzo scorsi è stato approvato il progetto ed è stato dato il via libera alla presentazione in Regione al fine di ottenere il finanziamento per l’attuazione dell’intervento.

La proposta di risanamento prevede una spesa di investimento di 345.000 euro e una spesa gestionale annua per gli anni successivi (almeno 3-5 anni) di circa 75.000 euro; l’intervento si pone l’obiettivo di aumentare la concentrazione di ossigeno, ridurre il carico di fosforo e garantire un aumento del volume disponibile per la fauna ittica.

Nell’ambito del bando regionale di finanziamento la Provincia di Lecco ha inoltre fornito il proprio sostegno anche ai progetti predisposti da altri enti, tra cui il Comune di Lecco per l’intervento di rinaturalizzazione della foce del torrente Bione, il Comune di Merate per il risanamento del lago di Sartirana, il Comune di Garlate per il recupero delle proprie sponde del lago di Garlate e il miglioramento degli habitat lacuali, il Parco Valle Lambro per il miglioramento ecologico del lago di Pusiano.

“La Provincia di Lecco – commenta il Presidente Claudio Usuelli – è particolarmente attenta alla salvaguardia dell’ambiente, in particolare alla tutela e al risanamento degli ambienti lacustri compromessi da attività antropiche o da eventi naturali. In quest’ottica abbiamo predisposto il progetto per il risanamento del bacino ovest del lago di Annone e abbiamo supportato alcuni enti nella predisposizione dei progetti di intervento su diversi laghi o torrenti del territorio provinciale”.