Olginate, 29 marzo 2021 – Nel tardo pomeriggio di ieri 28 marzo u.s, durante un posto di controllo sulla S.P. 72 di Olginate, un utente segnalava a due pattuglie della Sezione Polizia Stradale di Lecco la presenza anomala di un ragazzo di giovane età in un campo adiacente la zona dei controlli in atto.

Verificata la segnalazione, i poliziotti rintracciavano un giovane accovacciato a terra in una zona boschiva, tra l’altro già nota per episodi di spaccio di sostanze stupefacenti.

Al momento dell’intervento, il ragazzo senza motivo si dava a precipitosa fuga. Lo stesso veniva inseguito ed in breve tempo raggiunto dagli operatori; una volta bloccato il soggetto estraeva da una tasca del proprio giubbotto un involucro in cellophane di medie dimensioni, nonché un altro piccolo involucro, gettandoli entrambi a terra sotto gli occhi degli agenti.

Le sostanze rinvenute, sottoposte ad accertamenti, confermavano trattarsi di cocaina ed hashish, la prima per un peso complessivo di gr. 12 circa (19 dosi), mentre la seconda di gr. 3.4 lordi (unico pezzo).

Il soggetto in questione annovera, tra l’altro, precedenti specifici di polizia, per lo stesso reato oltre a reati di inosservanza di provvedimento dell’Autorità legati alla sua posizione di straniero in Italia.

Alla luce di quanto sopra, i poliziotti procedevano quindi all’arresto del soggetto 17enne, di nazionalità algerina, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Il ragazzo, inoltre, veniva denunciato anche per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale ed ingresso e soggiorno illegale sul territorio nazionale e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, associato presso il carcere minorile di Torino.