Albese con Cassano, 21 marzo 2021 – La AcciaiTubi Pallavolo Picco Lecco torna a vincere superando Albese per 1 a 3, in un derby che vale la testa della classifica. Pronto riscatto per le ragazze dell’AcciaiTubi Pallavolo Picco Lecco che, dopo la prestazione sottotono della scorsa settimana contro Palau, conquistano la vittoria da 3 punti nel derby Lariano contro la Tecnoteam Albese in un PalaPedretti a porte chiuse con il punteggio di 1-3 (21-25|14-25|25-22|19-25) in poco più di 1 ora e 45 minuti.

Per questo derby di ritorno, Coach Milano schiera in campo il sestetto titolare con Dall’Igna, Focaccia, Manzano, Martinelli, Lancini e Valli (Libero Lussana).

Nel primo set, dopo un avvio in sostanziale equilibrio tra le due formazioni (10-10), sono le lecchesi a portarsi in vantaggio (13-15), con le padrone di casa che non mollano e riconquistano la parità (15-15). Entra Mandaglio su Dall’Igna tra le fila biancorosse che, con un attacco vincente di Manzano, conquistano il set (21-25) portandosi sullo 0-1.

Il secondo parziale di gioco è tutto a tinte biancorosse: parte subito forte l’AcciaiTubi Pallavolo Picco Lecco che, trascinata dai colpi di Arianna Lancini e Martina Martinelli, mette subito tra sé e gli avversari un discreto margine 4-15. La formazione di casa non riesce a reagire in questo frangente e le lecchesi sono brave ad incrementare il vantaggio (7-21). È ancora una fast di Manzano a chiudere il parziale sul 14-25 portando le biancorosse sul 0-2.

Nella terza frazione di gioco, l’equilibrio del match si ribalta ed è la formazione di casa a portarsi in vantaggio (12-5) con le ragazze di coach Milano che sembrano faticare a reggere gli attacchi delle avversarie. Entra Mambelli su Valli, e Mandaglio su Dall’Igna. La Picco ci crede e con un’emozionante rimonta riconquista la parità: 21-21. Complici alcuni errori, Albese conquista il parziale riaprendo l’incontro (1-2) con il punteggio di 25-22.

Nel quarto e ultimo set, è la determinazione delle biancorosse a farla da padrone: l’AcciaiTubi Picco Lecco parte bene e si porta dapprima sul 2-8 e poi, con un’ottima intesa tra palleggio e attaccanti, sul 6-13. La Picco è inarrestabile e, nonostante qualche errore che permette alle avversarie di recuperare qualche punto (13-21), conquista set e vittoria sul punteggio di 19-25 grazie a un attacco Vincente di Lancini.

Un risultato cercato, voluto e ottenuto fin dai primi palloni della gara dalle ragazze della Picco Lecco che hanno messo in campo una prestazione maiuscola che consente alle biancorosse di riconquistare la vetta della classifica del girone B1 compiendo il sorpasso proprio sulla formazione di Albese (+2 punti) che permetterà loro di presentarsi all’ultimo impegno di questa “Fase 1” da capolista.

Top Scorer dell’incontro è Arianna Lancini con 19 punti, seguita da Martina Martinelli (18), Greta Valli (17), Manzano (12), Focaccia (11), Ratti (4) e Mambelli (3).

Ecco le parole del 1° Allenatore, Gianfranco Milano al termine della gara: “Abbiamo sognato tutti quanti questo risultato e a volte questi sogni aiutano. Abbiamo fatto una bellissima partita, che non ha niente a che vedere con quella della scorsa settimana. Loro hanno dimostrato di non voler assolutamente mollare e nel terzo set ci hanno zittito, dopo i primi due set. Nel quarto abbiamo voluto la vittoria a tutti i costi. Sono contento anche del bel gioco, abbiamo lavorato tantissimo sui fondamentali e questo ci ha portato ad avere un vantaggio. Complimenti alle ragazze, la prossima partita è comunque importante per chiudere bene la prima fase, poi capiremo come si svilupperà la seconda”.

Anche il Presidente, Dario Righetti, è intervenuto al termine della gara: “Grandissima partita delle ragazze, siamo senza voce. Più che la vittoria in un derby che dà sempre grandissima soddisfazione, e la testa della classifica, la cosa più bella è stata la reazione delle ragazze dopo la sconfitta della scorsa settimana. Sono state tutte bravissime, complimenti a loro e allo staff perchè hanno lavorato benissimo: è una lezione di vita, quando non ci si abbatte i risultati arrivano”