Colico, 15 marzo 2021 – I carabinieri di Colico hanno tratto in arresto un cittadino marocchino trovato in possesso di cocaina. In particolare, all’uscita “Piona di Colico” della SS 36, hanno intercettato con il proprio personale una Mercedes sospetta, dalla quale, dopo un rocambolesco inseguimento, in località Gravina, è sceso improvvisamente un giovane marocchino che si è dato alla fuga nei campi.

Una volta circondato, è finito in un cespuglio di rovi. I militari gli hanno rinvenuto addosso un involucro con 20 grammi di “cocaina” e rilevato che era già destinatario di un Decreto di Espulsione del Questore di Lecco, del dicembre 2019, lo hanno dichiarato in arresto per il reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale”.

Questa mattina il giudice nel convalidare l’arresto, ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

ALTRE ATTIVITA’
Dopo il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi in Prefettura il 26 febbraio scorso sul fenomeno dello spaccio a Dervio e Colico, l’Arma ha sinora impiegato nell’Alto Lago complessivamente 75 militari, identificato 220 persone, controllato 101 veicoli, arrestato n.1 persona e denunciata n.1, sequestrando complessivamente 27,5gr cocaina e 22gr hashish.

L’Arma dei Carabinieri sta dando la massima importanza alla necessità di presidiare più efficacemente il territorio dell’Alto Lago. Questo territorio, infatti, è molto sensibile poiché crocevia di tre province, sulle cui direttrici passano spesso traffici illeciti, ma anche perché sito di insediamenti industriale e polo turistico importante del lecchese.

CASERMA
D’intesa con il Sindaco di Colico Monica Gilardi, la Comunità Montana e la Regione Lombardia, l’Arma sta portando avanti il progetto di realizzazione una nuova Caserma dei Carabinieri, più rispondente alle esigenze anzidette del territorio che verrà anche potenziata con personale e strumenti all’avanguardia.