Lecco, 13 marzo 2021 – In sede di Tavolo Tecnico convocato dal Questore D’Agostino, è stato programmato un piano straordinario di controllo del territorio da attuare nelle zone dei Comuni dell’ “Alto Lario”. L’attività di prevenzione e contrasto al fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti è stata disposta dal Prefetto di Lecco, Castrese De Rosa, nell’ambito del Comitato Provinciale per l’Ordine la Sicurezza Pubblica alla presenza dei Sindaci di Colico, Dervio e Dorio, nel corso del quale è stata svolta un’attenta analisi della problematica e delle aree maggiormente critiche, come le zone boschive o le stazioni di Dervio e Dorio.

Nel corso dei dispositivi interforze sono stati, in particolare, impiegati complessivamente 84 unità, sono state identificate 257 persone, controllati 136 veicoli, sequestrati 7,5 gr cocaina e 22 g di hashish.

L’attività di prevenzione e contrasto è assicurata dalla Polizia di Stato, con personale della Questura coadiuvato da equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia, dall’Arma dei Carabinieri, con il concorso di militari delle S.I.O. – Squadre di Intervento Operativo, dalla Guardia di Finanza, nonché dalle Polizie Locali competenti per territorio. L’obiettivo da perseguire è quello di cinturare e saturare il territorio in questione, specie nelle aree boschive, in una “morsa” di controlli che assicuri la massima sicurezza e maggiore percezione di sicurezza alla cittadinanza.

Le operazioni disposte dal Prefetto continueranno non solo nell’area in questione ma anche in altre zone della provincia con servizi straordinari interforze effettuati con cadenza periodica ravvicinata, al fine di innalzare il livello di prevenzione e contrasto, sviluppando il massimo coordinamento delle Forze di polizia, a competenza generale e speciale.

“Dispositivi di questo tipo, cosiddetti ad alto impatto – ha evidenziato il prefetto – rappresentano un valore aggiunto e saranno pianificati e svolti in via sistematica, interessando quelle aree della provincia che presentano specifici profili di criticità sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica”.