Lecco, 11 marzo 2021 – Avevano rubato un monopattino a una ragazza e sono stati fermati dagli uomini della Questura, poi riaffidati ai propri genitori. Nei guai sono finiti due ragazzi di 11 e 13 anni.

Vittima del furto avvenuto martedì una giovane, 26enne studentessa straniera, che ha raccontato in lacrime ai poliziotti, intervenuti in via Roma, l’accaduto.

Dopo essersi trattenuta in un negozio per fare acquisti, si era infatti accorta le avevano rubato il suo monopattino elettrico, lasciato nell’androne dello stesso esercizio commerciale. La ragazza ha anche fornito agli agenti la descrizione di un ragazzo che, poco prima, aveva visto aggirarsi nello stesso negozio con fare sospetto.

Gli agenti della Volante, dopo aver rassicurato la ragazza, giunti nelle vicinanze del centro commerciale “La Meridiana”, hanno individuato un monopattino con due minorenni a bordo, condotto da un soggetto che corrispondeva alla descrizione fornita dalla vittima.

Alla vista dei poliziotti, i due giovani frettolosamente tentavano di allontanarsi dirigendosi, a bordo del monopattino, in direzione di via Marconi, dove repentinamente cambiavano direzione per fare ritorno in Largo Caleotto, per poi imboccare via Rivolta, dove si infilavano nell’androne di un palazzo, tentando di eludere il controllo di Polizia.

Una volta bloccati, gli agenti hanno verificato che il monopattino aveva la matricola corrispondente a quella fornita dalla vittima. I poliziotti inoltre hanno accertato che i giovanissimi avevano nelle tasche e nello zaino vari oggetti di bigiotteria ed un cappellino, ancora etichettati, di proprietà dello stesso negozio in cui erano stati visti e dei quali i due non sapevano giustificare la provenienza.

Alla luce di quanto sopra, i due minorenni, rispettivamente di 11 e 13 anni, sono stati accompagnati in Questura, per essere poi riaffidati ai rispettivi genitori.

Il monopattino e la merce rubata sono stati restituiti a legittimi proprietari.