Intervenendo come ospite nella mattinata di sabato nella trasmissione “Omnibus”, l’On. Pietro Fiocchi, Europarlamentare FdI-ECR, rispondendo alle domande a lui poste su decreto ristori, proroga del divieto licenziamenti, cancellazione cartelle esattoriale sotto 5mila euro e proposta eliminazione cashback, ha dichiarato:

“Giudico positivamente il superamento dei codici Ateco che di fatto discriminavano intere categorie produttive del Paese escludendole da qualsiasi sostegno economico.

Pur comprendendo la questione sociale legata alla proroga del divieto dei licenziamenti, prevedo che alla scadenza il problema si riproponga in maniera ancor più drammatica, bisognerebbe intervenire per favorire la ripresa e la crescita per creare nuove prospettive occupazionali sfruttando tutte le opportunità derivanti dal Recovery Fund.

Fermo restando il beneficio derivante a breve dalla cancellazione delle cartelle esattoriali inesigibili sotto i 5mila euro, ritengo che sia corretto premiare i comportamenti virtuosi soprattutto rimborsando i contribuenti e le imprese che vantano crediti nei confronti dello Stato. Riguardo il cashback non posso essere che in linea col pensiero e la proposta della leader del mio partito Giorgia Meloni sulla sua eliminazione. Le risorse liberate – ha concluso Fiocchi – dalla sua soppressione avrebbero scopi e finalità decisamente più concreti e utili se destinate a tutte quelle categorie penalizzate dai precedenti decreti. “