Lecco, 23 febbraio 2021 – Questa sera alle ore 21 inizia il Cineforum Vite salvate: la forza delle famiglie (quasi) normali, una delle proposte della Comunità pastorale Madonna del Rosario per la Quaresima 2021 con il film online “I racconti di Parvana – The Breadwinner” .

“In tante occasioni, percorsi di cineforum hanno offerto la possibilità di riflettere sul mondo, l’esperienza umana, la vita, la fede. Sempre online poiché purtroppo è ancora impossibile andare al cinema. In questo periodo di cammino verso la Pasqua si vuole, attraverso la visione di quattro film, portare l’attenzione sulla famiglia. Non si vedranno storie di famiglie perfette, dove tutto funziona a meraviglia, perché viene il dubbio che famiglie così non esistano”, spiega la Comunità pastorale.

Quattro lungometraggi d’autore (uno è un cartone animato) che entrano in vicende emblematiche, situazioni che possono fare scoppiare una famiglia, oppure se vissute puntando sulle relazioni domestiche e comunitarie, dare una forza unica a questi legami.

Ogni film sarà introdotto dalla presentazione di un critico (Gianluca Pisacane, della Rivista del Cinematografo e Famiglia Cristiana), di Beatrice Moia di Wanted Cinema (casa di distribuzione dei film) e di un esperto (diverso ogni sera) dei temi trattati. Alla fine ci sarà la possibilità per gli spettatori di intervenire da casa al dibattito. Modererà don Davide Milani, prevosto di Lecco e direttore della Rivista del Cinematografo.

Il tutto avverrà sulla piattaforma digitale del partner dell’iniziativa Wanted Cinema (www.mymovies.it/ondemand/wantedzone) cui si accederà da casa con il pagamento di un piccolo biglietto (3,99 €) per la copertura delle spese per i diritti. E’ la stessa piattaforma usata in Avvento.

Questa sera al link https://www.mymovies.it/ondemand/wantedzone/movie/5520-i-racconti-diparvana/ andrà online il film I racconti di Parvana – The Breadwinner. Regia di Nora Twomey Parvana ha 11 anni e vive a Kabul. Suo padre un giorno viene ingiustamente arrestato dai talebani. Era l’unico uomo in famiglia, adesso la madre, la sorella maggiore e il fratellino più piccolo non sanno come sopravvivere.

Le regole imposte dal regime sono molto rigide per le donne. L’unico modo per salvare la famiglia, per Parvana è far finta di essere un maschio. Un cartone animato che condanna ogni tipo di fondamentalismo, invoca la pace, e mette gli affetti in relazione con la guerra. La forza dei legami familiari per affrontare i mali e le ingiustizie del mondo. Interviene Stefania Cagliani, psicologa, formatrice, coordinatrice di Centri per l’Infanzia.

Ecco le date e i titoli dei film
2 marzo ore 21 Estate 1993.
Regia di Carla Simon Pipó La piccola Frida è rimasta orfana di padre a 6 anni, e adesso ha perso anche la mamma. La accolgono in casa gli zii, che devono diventare i suoi nuovi genitori. Il film è il racconto di un’estate, di un processo di adattamento, di crescita, ma è anche un appello alla necessità di dialogo tra le generazioni. E’ una riflessione sulle relazioni familiari, sulle famiglie allargate, e sui legami che si costruiscono anche per scelta e volontà. Il film racconta come non dare per scontato avere un padre, una madre, una sorella, un fratello. Interviene Claudia Alberico, direttrice Consultori Familiari “Fondazione don Silvano Caccia”.

9 marzo ore 21 The Rider – Il sogno di un cowboy.
Regia di Chloé Zhao Brady Blackburn è un astro nascente nel mondo dei rodei. Ma un giorno cade da cavallo e resta gravemente ferito. Molto probabilmente non potrà più cavalcare. Vicino a lui ci sono la sorella con Sindrome di Asperger, un padre difficile piegato dal lavoro e dalle responsabilità e gli amici di un tempo. The Rider fa riflettere su come spesso i sogni di un ragazzo si schiantino dolorosamente contro la realtà e su come la forza di andare avanti arrivi dalle relazioni con la comunità, con il prossimo che ci circonda. Interviene Gigi de Palo, papà, scrittore, presidente “Forum nazionale Associazioni familiari”.

23 marzo ore 21 Thunder Road.
Regia di Jim Cummings Proiezione in anteprima per l’Italia Jim Arnaud è un poliziotto che ha appena perso la madre, sta divorziando, e deve prendersi cura della sua bambina. Fa fatica a gestire le emozioni, non ha un buon rapporto con i suoi superiori. È la storia di un essere umano in tempesta, portata sullo schermo con i toni di una dramedy che fa sorridere a denti stretti. Il protagonista è un padre che accumula errori e cantonate ma che trova luce aggrappandosi al solo bagliore della sua vita, sua figlia. Un film con la famiglia al centro, assediata dalle battaglie di tutti i giorni. Interviene Cecilia Pirrone, mamma, scrittrice, psicologa e psicoterapeuta.