Lecco, 23 febbraio 2021 – A seguito della brutale esecuzione dell’ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo, Luca Attanasio, di Vittorio Iacovacci, il carabiniere della sua scorta, e di Mustapha Milambo, l’autista che li accompagnava, il Comune di Lecco ha esposto le sue bandiere a mezz’asta.

“Ci ha lasciato sgomenti e addolorati – spiega il sindaco Mauro Gattinoni – .Per questo, su invito di Ancie sull’esempio del Sindaco di Limbiate, il Comune di Lecco ha esposto le sue bandiere a mezz’asta. Manifestiamo insieme, come un’unica comunità, la nostra partecipazione alle famiglie che hanno perso i loro cari e la nostra appartenenza al Paese onorando la loro memoria”.

Anche la Provincia di Lecco, aderendo all’iniziativa dell’Unione delle Province d’Italia, ha esposto oggi a Villa Locatelli le bandiere a mezz’asta, condividendo il lutto di tutto il Paese per la tragica uccisione in Congo dell’Ambasciatore italiano Luca Attanasio, del Carabiniere Vittorio Iacovacci e dell’autista Mustapha Milambo.

Ieri pomeriggio il Consiglio provinciale, in apertura di seduta, ha osservato un minuto di silenzio in memoria delle tre vittime.

“Vogliamo testimoniare la vicinanza alle famiglie, al Corpo diplomatico italiano e all’Arma dei Carabinieri” commenta il Presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli.