Colico, 19 febbraio 2021 – Nell’ambito dell’attività di presidio del territorio, di contrasto al degrado urbano e di prevenzione e repressione di comportamenti che favoriscano il diffondersi dell’epidemia da Covid, gli agenti della Polizia Locale Associato Alto Lario, dopo aver notato movimenti sospetti di persone e veicoli, hanno individuato aColico, nella frazione di Laghetto, una casa vacanze adibita, allestita ed utilizzata come una vera e propria casa di tolleranza.

All’interno esercitavano l’attività di meretricio contemporaneamente un transessuale e tre donne, tutte straniere, le cui prestazioni sessuali sono risultate essere diffusamente pubblicizzate e “recensite” in rete.

L’attività è stata immediatamente interrotta e l’appartamento è stato liberato, ripristinando dunque la tranquillità e il decoro dell’immobile e della frazione.

“Sono ancora in corso tutti gli accertamenti utili a vagliare la posizione di tutti i soggetti coinvolti, ma sicuramente è stata interrotta una attività altamente pericolosa per la salute pubblica nonché causa di grave danno per la sicurezza urbana. L’attenzione e la conoscenza del territorio sono e saranno sempre la nostra peculiarità e la nostra mission e sono ciò che ci ha permesso il raggiungimento dei risultati sopradescritti”, spiega la Polizia Locale.