Lecco, 3 febbraio 2021 –Lecco Ideale prende posizione denunciando gli errori compiuti nella sistemazione della piazza della chiesa di Pescarenico.

La bella Piazza Frà Cristoforo, bella per la sua storia e per l’identità di Pescarenico, solo 3 settimane fa – dichiarano i rappresentanti di Lecco Ideale Filippo Boscagli e Antonio Rossi – festeggiava i lavori conclusi dopo anni di attese. Opere nuove per valorizzare questo patrimonio sempre in bilico sul difficile crinale delle esigenze dei tanti residenti e quelle di una spinta culturale e turistica. Un rione, quello pescarenichese, spesso vittima dell’inciviltà dell’abbandono dei rifiuti, la maleducazione di padroni dei cani, parchetti rubati ai più piccoli per uso e consumo di un alcolismo spinto, attività infinite (come il rudere del Parco Addio Monti), parcheggi introvabili…

Di fronte alle fatiche di un quartiere popolare, i lavori della Piazza erano attesi e desiderati da tanti. Eppure da subito, per l’ennesima volta, qualcosa non quadra, e dalla prima evidente bellezza dell’opera ecco che ne emergono subito le grandi pecche, un lago di fango che circonda ogni albero e la strada annessa, e non solo quando piove.

La nuova amministrazione deve subito capire che oggi, con poche risorse, le cose vanno fatte bene non solo pubblicizzate bene, altrimenti si sprecano risorse e tempo, ma soprattutto è ora di dimostrare attenzione alla città ed ai suoi abitanti, unico modo per essere un luogo accogliente anche per i futuri turisti.

Per questo – proseguono Boscagli e Rossi – non possiamo non citare Peguy come invito a Sindaco e Giunta con l’augurio che “fare bene” diventi la base di ogni azione