Lecco, 1 febbraio 2021 – il Prefetto di Lecco Castrese De Rosa ha presieduto oggi in Prefettura un incontro di mediazione tra i rappresentanti dei lavoratori e l’azienda ospedaliera ASST di Lecco, per affrontare coralmente le lamentate criticità organizzative e gestionali presenti all’interno dell’azienda.

All’incontro hanno preso parte le segreterie di Cgil Fp, Cisl Fp, Uil, Nursing Up, Fsi, Usb, Nursind Rsu, la direzione generale dell’ASST di Lecco ed i Sindaci dei Comuni di Bellano, Lecco e Merate.
I rappresentanti dei lavoratori in particolare hanno rivendicato il mancato rispetto degli accordi raggiunti lo scorso 7 luglio con riferimento alla piena attuazione della legge n. 81/2008 e alla valorizzazione degli RLS; all’analisi del reale fabbisogno dell’organico per addivenire all’aumento del personale, nella cornice dell’invocata cura delle relazioni sindacali, ritenute carenti.
Attraverso lo svolgimento progressivo degli interventi svolti dai rappresentanti dei lavoratori e dall’azienda ospedaliera, da cui è emerso un unanime clima di disponibilità al dialogo e alla collaborazione, il Prefetto ha riunito un quadro informativo di sintesi sulle principali problematiche portate al tavolo.
Dopo aver acquisito consapevolezza dell’esistenza di elementi di contrasto tra le parti, consolidatisi nel tempo, il Prefetto ha concluso l’incontro con l’invito a riprendere le relazioni sindacali, fissando un nuovo incontro, già programmato per il prossimo 9 febbraio, al quale ne seguirà poi un altro in Prefettura.
IL COMMENTO
“L’ASST rappresenta l’azienda più importante del territorio per numero di lavoratori e perché è preposta alla tutela di un bene fondamentale, quello della salute. Specie in una fase, quale quella emergenziale che ci attanaglia da ormai un anno, è dovere di tutti ricercare e raggiungere, se non soluzioni unanimi, quantomeno la massima condivisione possibile. Riconvocherò le parti a stretto giro per individuare soluzioni condivise che consentano di scongiurare azioni di sciopero”.