Lecco, 2 gennaio 2021 – Il Tavolo di Coordinamento prefettizio, istituito per la definizione del raccordo fra gli orari di inizio e termine delle attività didattiche e gli orari dei servizi di trasporto pubblico locale, urbano ed extraurbano con l’obiettivo di garantire la ripresa in sicurezza delle attività scolastiche, nella riunione in videoconferenza dello scorso 29 dicembre, presieduta dal Prefetto Castrese De Rosa, ha approvato l’Addendum al documento operativo già adottato in data 22 dicembre.

In particolare, riepiloga i servizi aggiuntivi da attuare a cura delle società che gestiscono i trasporti e fornisce una prima stima dei relativi costi, secondo una valutazione preliminare che potrà variare in funzione delle effettive necessità e della disponibilità di operatori sul mercato.

Con riferimento, poi, all’Ordinanza in data 24 dicembre 2020 del Ministro della Salute la quale stabilisce che, dal 7 gennaio al 15 gennaio 2021, l’attività didattica in presenza, con riguardo alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, sia garantita al 50 per cento della popolazione studentesca interessata, il Tavolo di coordinamento ha deliberato che, nel periodo dal 7 al 15 gennaio, le Istituzioni scolastiche adottino le misure per garantire la didattica in presenza alla prescritta percentuale di popolazione studentesca.

SCAGLIONI
In particolare, fermo restando quanto stabilito nel documento operativo in ordine alla differenziazione degli ingressi, anche per il periodo compreso tra il 7 ed il 15 gennaio 2021, sono stati confermati i due scaglioni orari delle ore 8.00 e delle ore 9:40, prevedendo la rimodulazione al 25 per cento circa del numero di studenti in ingresso in ciascuna fascia oraria.

COLICO
Permane, quale unica eccezione alla generale differenziazione degli ingressi, quella già contemplata per l’Istituto scolastico ubicato nell’ambito territoriale del comune di Colico per il quale si è mantenuto l’unico orario delle ore 8.00, con rideterminazione al 50 per cento della popolazione studentesca come previsto dall’Ordinanza del Ministro della Salute in data 24 dicembre 2020.

IN PRESENZA
Il quadro complessivo dei servizi di trasporto aggiuntivi, aggiornato secondo quanto riportato nell’Addendum, è stato, invece, prudenzialmente mantenuto ai livelli previsti dal Documento operativo approvato con delibera del 21 dicembre, anche nel periodo tra il 7 ed il 15 gennaio 2021, in cui la didattica in presenza è garantita al 50 per cento della popolazione studentesca.

CONTROLLI
Per la definizione del dispositivo dei servizi di controllo nelle stazioni, in prossimità delle fermate del trasporto pubblico locale e nei punti critici dei tratti di strada solitamente percorsi dagli studenti, prima della ripresa delle attività didattiche, è prevista per il prossimo 4 gennaio una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per il coordinamento dell’attività di prevenzione di eventuali assembramenti svolta dalle Forze di polizia con quella delle altre forze che vi concorreranno.