Pescate, 22 dicembre 2020 – Aveva accostato l’automobile in prossimità di un condominio in via Roma a Pescate, lasciando a terra  alcune bottiglie vuote nei pressi di un pubblico esercizio che si trova proprio nel condominio, probabilmente per far credere che i responsabili fossero gli avventori dell’esercizio pubblico.

Ma un residente di Pescate iscritto al gruppo “Sentinelle pescatesi” che aveva assistito alla scena, ha telefonato al Sindaco spiegando l’accaduto, e pur senza poter prendere la targa dell’auto date le tenebre, il trasgressore è stato individuato.

In quella zona infatti ci sono ben quattro telecamere ed auna è puntata su un attraversamento pedonale e quindi proprio sull’esterno dell’esercizio.

“Ho chiamato la comandante della Polizia locale – spiega il sindaco De Capitani – dicendole di bloccare la cam 4 e procedere con l’identificazione del trasgressore che è poi risultato essere residente in un comune vicino. Siccome al decoro del paese ci tengo in particolar modo,  ho chiesto alla Comandante di applicare nel frangente la sanzione massima prevista dal nostro regolamento di polizia urbana e cioè 500 euro.

Proprio per contrastare ancor meglio  il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti altre due telecamere a raggi infrarossi e con grandangolo ad alto ingrandimento cono state posizionate ieri nel parcheggio a lago del parco  Torrette., portando il numero complessivo a 60 telecamere di videosorveglianza in tutto il paese,  di cui ben 57 collegate tramite internet  all’impianto di videosorveglianza della Polizia intercomunale”.