Lecco, 16 dicembre 2020 – Gaia Bolognini, portavoce di Appello per Lecco, interviene sul tema della scuola.

Per Natale ripartiamo da una scuola, guardando al futuro!

Come da consolidata tradizione, anche quest’anno Appello per Lecco vuole condividere con tutti i cittadini – grandi e piccoli – la magia delle luci di un albero di Natale. L’albero illuminerà il battello Dalia, il nostro quartier generale, così che possa essere visibile dal lungolago e possa strappare un attimo di felicità o almeno serenità, a coloro che passeggiano in centro.
L’accensione avverrà sabato 19 alle 18.30, onde evitare assembramenti stante l’attuale situazione pandemica, non intendiamo organizzare alcun evento collegato.

Vogliamo però contribuire a un messaggio di speranza per tutti e alla Città di Lecco.
Desideriamo quindi proporre di unire le nostre forze a quelle dell’Associazione Amici dei Musei del territorio lecchese e di avviare un’iniziativa di raccolta di fondi con lo scopo di raccogliere risorse per restaurare un’opera d’arte di grande valore storico e culturale, localizzata nel giardino di una delle nostre scuole.
Si tratta di una fontana progettata nel 1971 dagli artisti Giansisto Gasparini (Casteggio, PV 1924 – Lecco 2019) e Dino Paolini (Lonigo, VC 1926 – Milano 2013) dedicata alla Resistenza, collocata nel giardino della scuola primaria Santo Stefano.
Una legge del ’60 prevede, infatti, che ogni nuovo edificio pubblico costruito sia abbellito da un’opera d’arte scelta con regolare concorso. Così, grazie all’iniziativa dell’allora Sindaco in carica Guido Puccio, venne affidata la realizzazione del bronzo a Dino Paolini, autore del bronzetto vincitore del concorso.

Ci piace l’idea di un progetto che coinvolge una scuola, perché dalle Scuole dovrà ripartire questo Paese se vogliamo dare uno sguardo al futuro.
Per dare avvio all’iniziativa, domenica 20 sarà possibile prenotare primi piatti da asporto al Ristorante Il Giardino (per prenotare gnocchi di zucca al costo di euro 13 a porzione, telefonare allo 0341.422028). Parte del ricavato dell’iniziativa andrà ad aggiungersi al fondo stanziato per il restauro che sarà curato dal Maestro Luzzana.
Si tratta di piccoli gesti, ma pensiamo in questo modo di dare un messaggio di presenza e vicinanza, di volontà di prendersi cura di una città ferita che saprà tornare bella se ognuno di noi non si chiuderà in se stesso, ma cercherà un nuovo inizio nello sguardo dei propri concittadini.

Gaia Bolognini
Portavoce Appello per Lecco